iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna in Senato, stamane, ha richiamato il Governo alle proprie responsabilità. Roma 22 giugno 2011 (sotto video e testo intervento in Aula)

Da mesi il ministro dei Trasporti Matteoli non risponde alle interrogazioni sul caro traghetti e sulla politica pubblica dei trasporti marittimi del Paese, che subirà le conseguenze della vendita di Tirrenia di Navigazione. Oggi la vicenda si complica, con la notizia che i compratori di Tirrenia si rifiuterebbero di concludere l’acquisto contestando la concorrenza di due navi, in servizio sino a metà settembre, affittate dalla Regione Sardegna ( Video, in Aula Senato, con Real Player)

La dichiarazione del senatore democratico Francesco Sanna sul discorso di Berlusconi a Palazzo Madama, 21 giugno 2011

Berlusconi finge che non vi sia la questione politica di un Governo che vede le “sue” leggi cancellate dai referendum e la sua maggioranza in gravi difficoltà per i ricatti di una Lega “romanizzata” che la sua base non capisce più. Farebbe bene a prenderne atto e finire l’agonia della sua esperienza.

Francesco Sanna ha illustrato in Senato la posizione del Partito Democratico ( sotto il testo dell'emendamento PD)

La norma proposta dal Pd prevede che i condannati con sentenza definitiva per i reati più gravi e quelli contro la Pubblica Amministrazione (elencati con precisione nell'emendamento) non possano candidarsi. Nel caso in cui i condannati provassero a farlo, verrebbero cancellati d'ufficio dalla lista della Commissione elettorale del Ministero dell'Interno ( l'intervento in Senato di Francesco Sanna, sotto in allegato il testo dell'emendamento PD, dibattito in rete Repubblica.it).

L'intervento di Francesco Sanna nella seduta di mercoledì 15 giugno 2011 ( video con Real Player)

Il prestigio del Parlamento, come noi sappiamo, si compone di molte virtù. Alcune attengono al fatto che noi siamo capaci di fare buone leggi. Questa è una delle virtù del Parlamento e noi ultimamente ne abbiamo fatte poche. Però il prestigio del Parlamento è misurato anche sulla onorabilità di chi lo compone. Ed è vero che tutti i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, come ci raccomanda la nostra Costituzione, ma è del tutto evidente che al Parlamento ed ai suoi membri questa consegna è affidata con una maggiore e più rigorosa pretesa ( video con Real Player).

La proposta di legge presentata dal Gruppo PD al Senato, primo firmatario Francesco Sanna, maggio 2011.

Il presente disegno di legge e` volto ad introdurre disposizioni specifiche in materia di cause di incandidabilita` e di ineleggibilita` dei magistrati nelle elezioni e di cause ostative alla nomina di magistrati negli organi di governo di regioni ed enti locali, al fine di esaltare i profili di autonomia e indipendenza della magistratura.

Francesco Sanna ironizza sulle disavventure della maggioranza di centrodestra durante la votazione del Ddl al Senato

"Alla bocciatura del primo articolo della legge anticorruzione non è estraneo il fatto che, in esso, si prevedesse che Silvio Berlusconi fosse indicato a coordinare le iniziative anticorruzione dell'Italia. Una risata ha seppellito questa ridicola prospettiva"

Interrogazione dei senatori sardi del PD, primo firmatario Francesco Sanna ( sotto il testo dell'interrogazione)

Lo scenario energetico europeo in pochi mesi è radicalmente cambiato. Gli stati, dopo l’incidente di Fukushima, stanno sospendendo o annullando i propri programmi nucleari. Da febbraio 2011, per il conflitto interno in corso, l’ENI ha chiuso il gasdotto Greenstream con la Libia, e sui tanti progetti di costruzione di nuovi adduttori di gas dai paesi produttori verso l’Europa regna l’incertezza. Anche senza costruire nuove centrali elettriche, non è irrazionale intensificare ed incentivare l’uso del carbone nazionale estratto nel Sulcis con i meccanismi che regolano il dispacciamento dell’elettricità.”

Il senatore Francesco Sanna evidenzia la soluzione a favore di uno dei sindaci eletti al ballottaggio, oggetto dell'interrogazione dei senatori PD

Ieri sera la Commissione Elettorale Centrale del Comune di Lanciano, presieduta dal magistrato Ciro Riviezzo, ha proclamato l’elezione del Consiglio Comunale di quella città, attribuendo il premio di maggioranza alle liste collegate al sindaco eletto al ballottaggio. Lanciano era, insieme a Cagliari e Oria, una delle città per le quali i senatori PD avevano chiesto al Ministro degli Interni di chiarire che, alla luce dei risultati, non si era verificato il fenomeno della cosiddetta <<anatra zoppa>> ( Sotto, il file col parere Anci Nazionale su "Anatra zoppa")

Francesco Sanna chiede al Ministro dell'Interno di svolgere il suo ruolo di garante nell'istituzione che guida pro tempore

Leggiamo sul sito del Ministero dell'Interno dati non corretti sull'attribuzione dei seggi nel Consiglio Comunale di Cagliari, quando ancora la Commissione elettorale centrale non si è pronunciata. Si tratta di una pressione indebita per affermare surrettiziamente un'interpretazione sbagliata della legge e una maggioranza che non c'è più ( sul caso anatra zoppa guarda i video 1 e 2)

Dura presa di posizione del PD, dei Parlamentari e Cons. regionali democratici ( gli articoli de La Nuova Sardegna e Unione sarda, 27 maggio 2011)

Le carte segrete cominciano a saltar fuori. A scoprire la convenzione che per i prossimi otto anni regolamenterà i rapporti fra lo Stato e chi si comprerà la Tirrenia, è stato il senatore del Pd, Francesco Sanna. «Ma ho provato una grande delusione - ha detto - dopo aver letto che, nei fatti, non è cambiato nulla rispetto alla pessima convenzione scaduta nel 2010». Una è la fotocopia dell’altra, con la Sardegna trattata ancora «come un vassallo». ( Leggi il testo dell'interpellanza depositata in Senato il 26 maggio 2011).

Drammatica analisi dell'istituto nazionale di statistica: un italiano su quattro sperimenta la povertà ( da Tiscali notizie)

La recessione è finita da un anno, ma la ripresa stenta ancora e l'Italia non sta uscendo dalla crisi meglio delle altre maggiori economie europee. Secondo il rapporto annuale Istat sulla situazione del Paese nel 2010, "l'episodio recessivo conclusosi nell'aprile del 2009 è di gran lunga il più grave del secondo dopoguerra. La successiva fase di espansione risulta però di intensità minore rispetto a quelle osservate nel passato ( Da Tiscali.it).

I democratici chiedono di conoscere quali iniziative abbia intrapreso il Governo per garantire il principio della continuità territoriale

Cosa sta facendo il governo per ridurre i prezzi dei biglietti dei collegamenti navali da e per la Sardegna?. Lo chiedono in un'interrogazione rivolta al Presidente del Consiglio Berlusconi e al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteoli, i senatori del Pd

Il Ministro dell'interno intervenga subito ad evitare errate interpretazioni degli uffici elettorali ( sotto scarica la sentenza del Cons. di Stato)

"Il Ministro Maroni dovrebbe dare, da subito, la più ampia diffusione possibile alla sentenza del Consiglio di Stato che rende quasi impossibili i cosiddetti casi di 'anatra zoppa'". Lo chiedono, in un'interrogazione rivolta al Ministro dell'Interno, i senatori del Pd Stefano Ceccanti, Francesco Sanna e Giovanni Legnini ( sotto il testo della sentenza del Consiglio di Stato).

Francesco Sanna ricorda il pronunciamento del Consiglio di Stato (sotto la sentenza) e fuga il rischio del sindaco di minoranza in Consiglio comunale

“E’ importante che gli elettori sappiano: se al ballottaggio vince Massimo Zedda, in Consiglio Comunale il centrosinistra avrà la maggioranza del 60 per cento dei seggi, senza alcun dubbio. Cagliari è città di fenicotteri rosa, non di anatre zoppe”. Lo dichiara Francesco Sanna, componente della Commissione Affari Costituzionali del Senato (sotto, in allegato, la sentenza del Consiglio di Stato).

Dura presa di posizione di Francesco Sanna alla conferenza stampa del Presidente della Regione e dell'Assessore all'Industria

Da quasi due anni ( e cioè dalla approvazione nel luglio 2009 della legge 99, la stessa che rilanciava il nucleare in Italia) la Regione deve promuovere una gara internazionale per scegliere il miglior progetto imprenditoriale per estrarre il carbone Sulcis, utilizzarlo per fare elettricità, sequestrare e confinare l’anidride carbonica prodotta nei giacimenti a grande profondità. Il giorno prima delle elezioni a Carbonia e ad Iglesias, gli onorevoli Cappellacci e Cherchi dicono: tra poco lanceremo la gara.
Peccato che qualunque procedura di vendita sia destinata al fallimento sino a quando il Governo non avrà chiesto ed ottenuto dall’Unione Europea l’autorizzazione ad utilizzare gli incentivi che la legge prevede di erogare a chi realizzerà il progetto.