iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna replica alla risposta del segretario del PdS, Paolo Maninchedda

Essendo ormai vecchio di relazioni umane e politiche, so che quando una interlocuzione inizia con "non si permetta" o "non accettiamo lezioni", sorridere e salutare è la meglio cosa, perché non si vuol portare la discussione da nessuna parte. Per Paolo Maninchedda faccio una eccezione...

Francesco Sanna risponde al segretario del partito dei sardi sulle stabilizzazioni nella sanità

Chiunque utilizza il servizi della sanità in Sardegna può essere curato e assistito da professionisti che fanno lo stesso lavoro, ma che ingiustamente hanno un contratto diverso che lo regola. Penso che fare l'infermiere o il medico avendo un rapporto di lavoro stabile aiuti a costruirsi una vita più serena e ad affrontare il dolore e la malattia delle persone con una serenità, una concentrazione ed una dedizione diversa. I sindacati dicono che le stabilizzazioni da fare in Sardegna sono 2.300, e che nei reparti mancano 2.300 infermieri. Trovo molto ma molto strano che invece di esultare alla notizia di 6/800 stabilizzazioni possibili, si minaccino conseguenze politiche: come se i piani previsti dalle leggi non dovesse trovare attuazione anche a casa nostra.

La solidarietà di Francesco Sanna a Emilio Gariazzo, sindaco di Iglesias, e agli amministratori comunali
 
Forse qualche odiatore seriale ha deciso di passare da un profilo facebook alle vie di fatto, dalla offesa alla minaccia: uno stile ed un metodo che mai sono appartenuti alla tradizione democratica di Iglesias e che la città saprà respingere stringendosi attorno alle sue istituzioni. 
Il commento di Francesco Sanna sul discorso del Capo dello Stato sui 18 enni al voto
 
I ragazzi italiani nati nel 1999 andranno a votare, a differenza dei loro coetanei del 1899 che invece andavano alla guerra di trincea, ci ha ricordato il Presidente della Repubblica nel discorso di fine anno.
Tuttavia, i diciottenni/ventiquattrenni di oggi - per effetto di una norma costituzionale che penso debba essere cambiata -  eleggono solo mezzo parlamento, in quanto se non hanno compiuto i venticinque anni, a loro è negato votare per il Senato della Repubblica. 
Soddisfazione di Francesco Sanna per i buoni risultati ottenuti dai comuni sardi
Un "bravi", anzitutto ai diciannove comuni dell'Itinerario del Romanico, con a capo Santa Giusta, che si aggiudicano il finanziamento più consistente. E poi, in ordine di dimensione del progetto, a Las Plassas, Mandas, San Vero Milis, Villasor, Tempio Pausania, Semestene, Serramanna, Illorai, Sennariolo, Nughedu Santa Vittoria, Iglesias, Busachi e Sadali."
Francesco Sanna informa sulle novità dalla Commissione Bilancio della Camera per gli Enti Locali sardi

L'emendamento da poco approvato ieri sera dalla Commissione Bilancio incrementa a 35 milioni il contributo per il 2018 e lo stabilizza a 40 milioni dal 2019, raddoppiando da quell'anno la previsione di finanziamento.

Francesco Sanna fa il punto sui provvedimenti attuativi della Legge europea

Invitiamo il Governo ed il suo apparato tecnico (Invitalia), insieme alla Regione chiamata a cofinanziare gli investimenti,  a valutare presto ma bene, serietà e garanzia di piani industriali e finanziari che io mi auguro molto robusti, innovativi ed in linea con gli standard ambientali. Sosterremo inoltre il sindacato nella richiesta del ritorno al lavoro del più alto numero di lavoratori

Francesco Sanna condanna la grave intimidazione subita dalla prima cittadina
Cosa dobbiamo fare, in questo ed in tanti altri casi in cui la violenza contro gli amministratori si manifesta?  Intanto non lasciarli soli. Facendo capire alla zona grigia che rende possibile questi atti - qualcuno che sa, qualcuno che vede e non dice - che la minaccia e l'intimidazione non appartengono al gioco democratico, e chi le usa è fuori dalla comunità.
Lo chiedono i deputati PD con un'interrogazione al Presidente del Consiglio e al Ministro dell'Istruzione, I firmatario Francesco Sanna
 
Fratelli d'Italia chiede gli ispettori scolastici nella scuola elementare di Iglesias che ha "osato", nel programma di educazione civica, studiare come si diventa cittadini in Italia (e come non lo diventano i figli degli emigrati regolari nati nel nostro Paese). In risposta, sedici deputati del PD sottoscrivono una interrogazione al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e al Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli (primo firmatario il parlamentare iglesiente Francesco Sanna), che sottolinea l'importanza del lavoro didattico compiuto e chiede di insignire un insegnante, un genitore ed il dirigente scolastico della onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica.
Il deputato dem su Facebook risponde alla senatrice Serra del M5S

In un appassionato post, la senatrice Manuela Serra (Movimento 5 Stelle), dice che con la Legge Europea sulle aziende così dette "energifore" (ma forse voleva scrivere "energivore": significa "che consumano molta energia") provocherà l'aumento della bolletta elettrica per gli altri utenti. E tratta da sprovveduti i cittadini che si bevono "le balle dei soliti noti". La senatrice Serra merita una risposta, anche perché poi di balla ne spara lei una grossa, e verificabile da chiunque.

Soddisfazione di Francesco Sanna per il risultato che favorisce il manifatturiero italiano

Il Parlamento ed il Governo hanno mantenuto l'impegno di costruire una cornice di regole del mercato dell'energia che rendano ancora possibile e competitiva l'industria manifatturiera del Paese. Queste regole sono state elaborate a partire dalla crisi del settore alluminio, e sono una valida base per il rilancio dell'ALCOA ed il consolidamento della metallurgia dei non ferrosi. 

Il deputato dem ha informato costantemente sui social sull'iter del provvedimento alla Camera

La Legge Europea è pronta per l'esame in Aula. Ho voluto seguire e documentare sui miei profili social tutti i passaggi che la legge ha dovuto effettuare per tornare al punto in cui era arrivata al Senato, se una manovra improvvida non avesse modificato il testo in parti secondarie, che vedevano il Governo disponibile a raggiungere gli stessi risultati con le norme di attuazione.

Il disappunto di Francesco Sanna per l'allungamento dei tempi di approvazione dell'importante provvedimento

Tutti sapevamo che cambiare una virgola della Legge Europea al Senato avrebbe comportato un nuovo esame della Camera e mettere a rischio l'attuazione tempestiva delle norme sull'energia, che riguardano migliaia di imprese e di conseguenza centinaia di migliaia di lavoratori. 

Francesco Sanna plaude all'iniziativa didattica di una scuola di Iglesias
 
Qualche imprenditore politico della paura - uso la formula efficace di Luigi Manconi - operante in Sardegna, se l'è presa.  Per cosa ?
Per il lavoro dei bambini di una quinta elementare di Iglesias, che con i loro maestri ed i loro genitori, per lungo tempo, hanno studiato come i bambini figli di emigrati regolari assumono oggi la cittadinanza in Italia, e come potrebbero acquistarla se la seconda Camera del Parlamento approvasse la legge conosciuta come Ius soli - Ius culturae.
Il commento di Francesco Sanna sull'esito delle elezioni tedesche

 

Il modello elettorale tedesco, con la soglia di accesso del 5% quale unico correttivo al criterio proporzionale della rappresentanza politica, non produce "nelle urne" una maggioranza di governo e obbliga per l'ennesima volta a governi di larghe intese. Ma se le alleanze si è comunque obbligati a farle dopo le elezioni, allora è meglio prima sottoporle al giudizio dei cittadini, per farle giudicare come prospettiva di un possibile futuro Governo. 

Francesco Sanna sollecita l'adozione di un decreto governativo che abbrevi i tempi per l'attuazione del provvedimento.

Dopo un lungo e impegnativo negoziato, la Commissione Europea ha adottato una decisione sul piano del Governo italiano che riduce gli oneri generali del sistema elettrico, ed in particolare quelli a supporto degli incentivi alle fonti rinnovabili, a carico delle imprese energivore: quelle cioè che utilizzano l'energia quasi fosse una materia prima.

Francesco Sanna ricorda l'amico e il politico sardo
 
Tore Ladu ha avuto modo di promuovere e sollecitare l'impegno politico di due generazioni, oltre la sua, di giovani impegnati nella avventura della politica. Posso testimoniare che con essi è stato capace di amicizia umana e politica, ma anche di critica arguta e schietta contrapposizione, quando non era d'accordo. A modo suo - anche se Gramsci non glielo ho mai sentito citare - disprezzava gli indifferenti e le posizioni grigie.
Il post di Francesco Sanna pubblicato su facebook, 1 maggio 2017

 

Un' ora e mezzo fa, anche senza conoscere i dati definitivi delle primarie del PD sardo, ho fatto gli auguri a Giuseppe Luigi Cucca per la sua nuova responsabilita' di segretario regionale. 

La proposta di Francesco Sanna per garantire un dibattito plurale nel congresso dei democratici sardi

 

Ringrazio chi ha proposto la candidatura di Yuri Marcialis ma non lo segue nella scelta sbagliata di lasciare il Partito Democratico. Penso che questi amici e compagni debbano avere la possibilità di decidere come intendono partecipare al congresso regionale, nella nuova condizione di non aver un "proprio" candidato alla segreteria. Per quanto può dipendere da me, cercherò di favorire il diritto di tutti ad essere protagonisti nel PD sardo.

L'interrogazione dei deputati dem è stata depositata il 28 febbraio 2017 alla Camera dei deputati
 
I deputati del Partito Democratico sardi Francesco Sanna, Caterina Pes, Paola Pinna, Giovanna Sanna, Gianpiero Scanu prendono una decisa posizione sulla situazione della Fondazione Stefania Randazzo e dell'AIAS Sardegna, chiedendo un intervento del Governo nazionale che scongiuri conseguenze negative sui pazienti e la qualità del servizio.