iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Berlusconi non pu? piantare la sua bandierina elettoralistica in Sardegna

E' arrivato l’emendamento governativo al DDL federalismo fiscale, che i ministro La Russa ha pomposamente definito Piccolo Piano Marshall per le isole. Il contenuto è un sostanziale plagio del lavoro parlamentare che aveva già portato alla presentazione di un testo condiviso da maggioranza e opposizione. Emendamento che non innova nulla, dunque innocuo, ma che ha dato ai senatori PD eletti in Sardegna l’opportunità di aggiungere ai criteri per la perequazione infrastrutturale anche quello generale del divario di sviluppo economico.

Francesco Sanna, primo firmatario, spiega le ricadute positive per l'industria sarda dall'approvazione degli emendamenti

I senatori sardi del Partito Democratico hanno formalizzato cinque emendamenti al Disegno di Legge 1195, in discussione presso la Commissione Industria del Senato, che se approvati faciliteranno la soluzione dei problemi del caro energia, della diffusione delle fonti rinnovabili, della ricerca e della innovazione tecnologica nel settore energetico, dell’uso ambientalmente compatibile del carbone.

Francesco Sanna replica alle dichiarazioni di Claudia Lombardo (FI) sull'inquinamento ambientale nel Sulcis Iglesiente

"Mi sembra che le dichiarazioni dell’onorevole Lombardo su danni ambientali nella zona del Cixerri siano drammatizzazioni  da campagna elettorale, basate su fatti inesistenti. Capisco che il centrodestra, quando si parla di danni da alluvione in Sardegna, abbia una coda di paglia che è difficile portare con eleganza. Sono quelli che in Parlamento hanno rifiutato gli aiuti economici dello Stato alle persone e alle imprese della nostra isola".

Francesco Sanna ha scritto ai sindacati: a Roma si lavora sulla politica energetica

Oggi a Roma, in Senato, è giornata piena di lavoro. Per la prima volta da quando ho assunto incarichi legislativi non partecipo, in miniera, alla festa di Santa Barbara.Profitto della disponibilità delle rappresentanze sindacali territoriali e di categoria per far giungere un augurio a tutti i minatori e i tecnici della Carbosulcis, ed aggiornare sullo stato dei lavori della Commissione Industria del Senato sul disegno di legge n° 1195, che reca disposizioni sulla politica energetica del Paese.

Francesco Sanna risponde all'interpretazione restrittiva data da Giacomo Spissu verso i poteri della Giunta

La legge statutaria della Sardegna, sino a quando le dimissioni del Presidente della Regione non divengono efficaci, non prevede limiti ai poteri di Giunta e Consiglio. Non c’è nessun elemento testuale che possa indurre a questa interpretazione. Su tale punto ho un’opinione diversa da quella espressa alla stampa dall’onorevole Spissu.

A causa del veto governativo Palazzo Madama non ha accolto la proposta dei senatori del PD

Il governo Berlusconi, anche in presenza del voto positivo della Commissione Bilancio, ha posto il veto all'emendamento dei senatori del PD che è stato respinto dall'Aula, primo firmatario Francesco Sanna, che stanziava 20 milioni di euro per favorire il ritorno alle normali condizioni di vita per le popolazioni della Sardegna colpite dagli eventi alluvionali del 22 ottobre e del 4  novembre 2008 , e sostenere la ripresa delle attività commerciali, agricole, produttive, di servizi e turistiche nei territori interessati col riconoscimento degli sgravi fiscali ( video dell'intervento in Senato).

Francesco Sanna illustra i contenuti del provvedimento che a breve arriver? a Palazzo Madama

Il prossimo mercoledì pomeriggio,  la Commissione Industria del Senato inizierà a discutere, proveniente dalla Camera dei Deputati, il disegno di legge sulle politiche energetiche nazionali (il DL 1195, nella numerazione del Senato). La Commissione troverà depositato un emendamento, il cui testo ho già predisposto, per allargare anche a fine di coltivazione ed estrazione del metano presente negli strati profondi del giacimento carbonifero, gli incentivi ai progetti sperimentali di cattura e sequestro dell’anidride carbonica, prodotti dagli impianti termoelettrici di generazione elettrica.

20 milioni di euro per le imprese e le famiglie e 522 milioni per la Sassari-Olbia- Palau.

Favorire il ritorno alle normali condizioni di vita per le popolazioni della Sardegna colpite dalle alluvioni e stanziamento di 522 milioni di euro alla regione Sardegna per opere collaterali all’organizzazione del G8. Sono questi gli obiettivi dei due emendamenti presentati dai senatori del Pd Francesco Sanna, Antonello Cabras, Gian Piero Scanu, Luciana Sbarbati, Luigi Zanda e Marco Filippi.

Francesco Sanna soddisfatto per il recepimento delle indicazioni date dai Gruppi parlamentari del PD

Bene l'approvazione alla Camera dell'emendamento sulle misure straordinarie per schiodare il mercato elettrico in Sardegna. Un successo politico di chi chiedeva al Governo di riconoscere l'urgenza di chiudere rapidamente la procedura di infrazione comunitaria, utilizzando il primo veicolo legislativo disponibile.

I deputati sardi del Pd replicano alle accuse di militarismo avanzate da alcuni gruppi pacifisti

Il senso di una interrogazione - presentata al Ministro della Difesa  dai noi deputati sardi del PD e dal collega Lulli -  sul futuro del poligono interforze del Salto di Quirra  e sulla possibilità di far  partecipare la Sardegna al progetto europeo di sviluppo di aereo senza pilota ci pare sia stato ampiamente frainteso e strumentalizzato. Da alcuni esponenti del mondo pacifista  siamo stati accusati di essere diventati  guerrafondai e di far venire meno l’impegno di questi anni del centrosinistra al governo regionale e nazionale  per la riduzione delle servitù e delle presenze militari nell’isola.

COMUNICATO STAMPA DI: SENATORI E DEPUTATI SARDI

La  Commissione Attività Produttive della Camera ha introdotto nell'ambito del Disegno di Legge 1441 ter "Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia"  la disposizione che consente al Ministro dello Sviluppo Economico di impartire indirizzi all'Autorità per l'Energia per l'adozione di misure volte a rendere più competitivo il mercato elettrico della Sardegna, sino alla realizzazione del gasdotto Galsi con l'Algeria e del nuovo elettrodotto Sardegna-Penisola Italiana (SAPEI).

Solo il 20% del corpo elettorale si ? recato alle urne

Il popolo sardo non ha seguito "i signori del referendum" perchè evidentemente la Sardegna stremata e desertificata che hanno descritto, semplicemente non esiste. Vince, invece, un nuovo modello di sviluppo basato sul rispetto dell'ambiente e della identità paesaggistica di quest'Isola. Rimane il monito severo sull'uso spregiudicato e a spese del contribuente del referendum e la perdita di credibilità per quel pezzo di Consiglio Regionale che ha invitato ad abrogare una legge che prima aveva contribuito ad approvare ( guarda l'allegato con i votanti in ogni comune).

Francesco Sanna ricorda gli impegni assunti e disattesi dal ministro Scaiola

Il 10 luglio 2008, rispondendo al question time in Senato sui problemi dell'energia, provocato dalle domande dei parlamentari Francesco Sanna  ed Antonello Cabras, il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola aveva affermato di voler chiudere il confronto con l'Unione Europea sulle disposizioni delle legge 80/2005, imputate di violare le regole comunitarie sugli aiuti di stato, in sostanziale continuità con l'azione del Governo Prodi (relazione ed emendamento Sanna su energivore).

Francesco Sanna ha preso posizione sul referendum del 5 ottobre 2008 promosso dal centrodestra

assistiamo ad un uso strumentale del referendum, che per il centrodestra sardo è l'inizio della sua campagna elettorale a spese delle casse regionali. Per questo motivo, il 5 ottobre, per dire "no" in modo rafforzato alla demagogia di chi ha proposto il quesito, mi presenterò al seggio solo per protesta, e non voterò con l'intento dichiarato di non contribuire al quorum di validità del referendum.

Una lettura dell'appello cagliaritano di Papa Benedetto XVI, pubblicata anche su "Europa"

Non basta una nuova generazione di cattolici a rinnovare la politica, se non caratterizzata da rigore morale. A me questo sembra un prerequisito perchè essa possa semplicemente proporsi, ma molti credono che rigore morale e competenza siano vecchi orpelli, o al limite optional non necessari.

Importante risultato dei parlamentari dell'opposizione

Non tutti sanno che la copertura finanziaria al decreto legge 93/2008, con il quale il Governo Berlusconi ha abolito l’ICI anche sulle belle case dei benestanti che potevano permettersi di pagarla, è stata ottenuta “tagliando” alla rinfusa finanziamenti già programmati dalle Regioni e dalle Autonomie Locali, specie del Sud Italia.

Francesco Sanna: '' la Sardegna, con i lavoratori e le imprese, sapr? far fare bella figura all'Italia

I dubbi “giapponesi” del Presidente Berlusconi, circa la realizzazione dei preparativi necessari a fare de La Maddalena la sede del G 8 nel 2009, possono essere fugati solo dalla disposizione di mezzi che Palazzo Chigi, responsabile politico ed organizzativo dei lavori, vorrà concretamente dare alla organizzazione della Protezione Civile che sotto la guida di Guido Bertolaso sta ben procedendo a svolgere i suoi compiti.

Francesco Sanna: ''Sulla partita delle tariffe agevolate a Bruxelles, il Governo dorme''

Il Gestore Elettrico ha erogato ad Alcoa i rimborsi per l'energia elettrica utilizzata nella produzione di alluminio primario: la somma ammonta a 182,5 milioni di euro. La sua entità dimostra il divario ormai enorme tra le esigenze della produzione industriale ed i costi energetici reali, determinati sia dal mercato globale delle fonti energetiche, sia da specifiche diseconomie del sistema sardo.

La dichiarazione di Francesco Sanna: dal Governo solo un manifesto ideologico

"Da  diversi  giorni  ministri  ed esponenti di maggioranza si affannano ad annunciare  emendamenti  a quel Ddl, ma il Parlamento ancora non ne conosce il  testo.  Si  discute  quindi  dei  contenuti del pacchetto sicurezza del governo  senza  conoscerlo  e  senza  avere  la  possibilità di una visione d'insieme del Governo e della maggioranza sul tema sicurezza."

La dichiarazione di Francesco Sanna sui contenuti del DL e sull'iter parlamentare

Il Pd nel corso dell'esame in commissione starà attento a non incentivare quel clima di caccia allo straniero che alcuni dei nostri attuali governanti, in campagna elettorale, hanno fomentato.