iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
La soddisfazione di Francesco Sanna che richiama le istituzioni al dovere di realizzare la riforma entro gennaio 2013

Nonostante siamo riusciti ad approvare i tre ddl con un iter velocissimo nella prima data utile - spiega Sanna - dobbiamo fare una vera corsa contro il tempo. Se tutto va bene, l'aula del Senato li approverà al più presto e Montecitorio potrà dire sì alle norme entro gennaio, prima cioè dello scioglimento delle Camere. In caso contrario, tutto si azzererebbe e il lavoro dovrebbe ricominciare con la nuova legislatura, un'ipotesi molto negativa, soprattutto per il Friuli che andrà al voto nel 2013 e che non avrebbe approvato in tempo il nuovo Statuto che, come nel caso di Sardegna e Sicilia, dispone la riduzione di circa un quarto degli attuali consiglieri

Francesco Sanna annuncia l'iniziativa del pd per correggere l'errore del provvedimento governativo

Ritengo molto positivo che nel decreto legge "Crescita" – in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale - il Governo Monti abbia resuscitato le Zone Franche Urbane, una misura sperimentale di fiscalità di vantaggio a favore delle piccole imprese che nei suoi ultimi rantoli il governo Berlusconi era riuscito ad affossare. Il finanziamento delle esenzioni totali dalle tasse e dalle imposte verrà finanziato con i fondi comunitari che le Regioni potranno riprogrammare e così evitare di perdere per incapacità di spesa.

I senatori democratici hanno presentato il Disegno di Legge a Palazzo Madama

Dopo poche ore dalla comunicazione ufficiale della Commissione Europea con la quale si autorizza l’Italia a prorogare il regime della cosiddetta super-interrompibilità elettrica, i senatori democratici della Sardegna Francesco Sanna, Antonello Cabras e Gianpiero Scanu, e il capogruppo Pd in Commissione Attività Produttive, Filippo Bubbico, hanno presentato a Palazzo Madama un disegno di legge che allunga l’efficacia del sistema attuale sino al 2015.

Francesco Sanna richiama tutti alla concretezza per la soluzione della vertenza della fabbrica di alluminio

La vertenza ALCOA è già complicata di suo, e le nuoce ogni provocazione inutile ed ogni reazione sproporzionata. Questo è il tempo dei nervi saldi e del massimo di professionalità nel gestire la tensione sociale. Chi può faccia gesti simbolici di pace, chi deve acceleri la soluzione concreta della vicenda, cioè la ripresa produttiva con altro imprenditore dello stabilimento.

La sollecitazione di Francesco Sanna per una riforma che può ridare autorevolezza alle istituzioni

C'è il rischio concreto - poiché le modifiche agli statuti speciali sono apportate con leggi costituzionali che necessitano della doppia lettura – che se la Camera dei Deputati non approva subito i testi dei tre disegni di legge, non se ne faccia niente per questa legislatura. E che degli effetti di queste riforme – sulle quali si è manifestata una ampia convergenza delle forze politiche – se ne riparli, sempre che vengano riproposte nella prossima legislatura, nel 2017 per la Sicilia, nel 2018 per il Friuli e addirittura nel 2019 per la Sardegna.

L'opinione di Francesco Sanna e nel video i contenuti degli interventi durante l'audizione in Senato del sottosegretario De Vincenti. 6/9/2012

Il governo può salvare la Carbosulcis e l'Alcoa se decide di non subire passivamente la delocalizzazione della produzione industriale, di carbone e di energia. A scapito non solo della Sardegna ma del Paese intero ( guarda il VIDEO dell'audizione -  fsanna dal minuto 74 al 94)

Il Ministro Passera si confronterà con i senatori della Commissione Attività produttive

L’incontro ministeriale ha avuto il merito di disseppellire le linee progettuali elaborate dalla Regione dalla misteriosa e sbagliata segretezza in cui erano avvolte dalla Regione medesima.  Poichè la Comunità nazionale – magistralmente rappresentata, ancora una volta, dall’intervento di Giorgio Napolitano - ha guardato con simpatia alla lotta per il lavoro degli operai sardi, questa solidarietà non deve essere sprecata.

Francesco Sanna ha chiesto la convocazione urgente della Commissione attività produttive del Senato

La Regione sarda come azionista totalitaria di Carbosulcis negli ultimi tempi e' balzata all'onore delle cronache piu' per la lottizzazione politica degli amministratori e la gestione clientelare che per la brillantezza nell'elaborare il progetto di una importante sfida tecnologica e industriale. Al punto che il Parlamento e' stato costretto a prorogare piu' volte i termini per la gara internazionale di affidamento della concessione mineraria.

La nota stampa di Francesco Sanna, senatore democratico della Sardegna

Occorre agire incessantemente per portare ad un tavolo negoziale con la multinazionale americana nuovi imprenditori, di livello adeguato alla scommessa industriale della produzione di alluminio primario in Italia. Non vi sono altre strade, e per cortesia si astengano i fantasiosi perditempo che razzolano nelle crisi industriali giocando sulla disperazione dei lavoratori.

Francesco Sanna risponde all'intervista sul Corsera del Presidente del Trentino Alto Adige Lorenzo Dellai. 17 agosto 2012

Chi mette al centro la ricostruzione del senso dello Stato, il nuovo europeismo, l’equilibrio dei poteri tra sistema pubblico centrale e autonomie locali, contro i populismi di tutte le razze, troverà nel PD più che un interlocutore, un alleato naturale, anche oltre l’emergenza.

La legge approvata sulla Revisione della spesa dello Stato ( Spending review) introduce delle novità nella gestione del trasporto navale

Per il PD le convenzioni hanno un contenuto inadeguato perché fotografano, proiettandole nei prossimi otto anni, le cattive condizioni di parte della flotta Tirrenia e le trasformano nelle condizioni di servizio da garantire ai passeggeri e alle imprese. Con la disposizione approvata eviteremo in futuro lo scaricabarile istituzionale a cui abbiamo assistito nei mesi scorsi. Ma soprattutto dopo la decisione di CIN di modificare unilateralmente in meglio, su diverse tratte, le condizioni di servizio stabilite dalla convenzione, vi è l’occasione per le parti pubbliche di riaprire il dialogo sui contenuti della continuità territoriale marittima, magari alla fine della stagione estiva, quando saranno chiari i numeri complessivi degli arrivi e delle partenze e le condizioni economiche del servizio.

Francesco Sanna si augura che la Camera dei deputati approvi rapidamente il testo di legge licenziato dal Senato. 1 agosto 2012

E' molto apprezzabile che il Consiglio Regionale della Sardegna abbia dato in tempi rapidissimi il richiesto parere sulla proposta di legge dell'onorevole Palomba, consentendo di evitare il ritiro, come egli dice, della più antica delle iniziative sulla materia, o della seconda in ordine di tempo, come dicono gli atti parlamentari. Si chiude così una parentesi procedurale iniziata circa un mese fa.

Francesco Sanna interviene sulle singolari dichiarazioni del leader Idv sul conflitto di attribuzione sollevato dal Quirinale, 17 luglio 2012

L’onorevole Di Pietro ci propone una singolare concezione delle relazioni tra le massime istituzioni della Repubblica, dove a risolvere i conflitti non c’è la Corte Costituzionale, bensì le sue grottesche ma non innocue esortazioni al Presidente della Repubblica. Un burlesque del diritto e della politica.

I senantori sardi del Pd richiamano l'attezione del Governo sul rispetto delle regole di Terna e sul sistema industriale della Sardegna

La possibile chiusura della centrale energetica di Ottana pone in pericolo l’esistenza del polo chimico nel centro Sardegna e dei piani di sviluppo di Sarroch. La questione va molto oltre le competenze di Terna, per l’impatto sulle politiche industriali di tutta l’isola, e da qui il richiamo al coinvolgimento della Autorità dell’Energia e alla responsabilità generale del Governo in materia di sviluppo.

Francesco Sanna (PD) ha scritto ai colleghi sardi del gruppo del PDL

Domani il Senato non avrà lo stesso compito di un Tribunale. Non dovremo assolvere o condannare, ma stabilire se – una volta escluso l’intento persecutorio e accertata la gravità degli indizi sui fatti contestati – un parlamentare torna ad essere un normale cittadino davanti alla legge. Questa decisione va assunta davanti al popolo, non con il voto segreto.

Il commento di Francesco Sanna sulle misure per la crescita del Governo ( su associazione360.it), 15 giugno 2012

Per anni abbiamo ascoltato annunciare improbabili e faraonici ‘piani casa’, con tutt’altri toni e tutt’altre possibili ripercussioni. Oggi finalmente dal Consiglio dei Ministri sembra uscire – almeno a leggere le prime anticipazioni sul testo – un vero piano per il rilancio del patrimonio abitativo del Paese che interessa, sulla carta, circa l’85% degli italiani. Il pacchetto varato dal governo, in particolare con le detrazioni portate al 50% delle spese di famiglie e imprese per le ristrutturazioni, costituisce un potenziale, potentissimo, stimolo anticiclico e un intervento ben congegnato in grado di attivare risorse e lavoro in settori trasversali e strategici per la crescita

Francesco Sanna replica alle dichiarazioni del senatore Balboni del PDL ( sotto la lettera al Pres. Follini per pubblicità dei lavori)

Se non provenisse dal senatore Balboni, per gli amici 'fumus confusionis', potrei anche ritenere offensiva l'accusa di 'intralciare il lavoro della magistratura. Balboni, tra l'altro, confonde il succinto resoconto sommario dei lavori della Giunta con il ben più ampio e dettagliato verbale della seduta, redatto dai funzionari del Senato, presenti numerosi all'audizione di Luigi Lusi. Tuttavia l'errore in cui è incorso Balboni rivela una positiva evoluzione del pensiero suo - e speriamo di tutto il Pdl -, per il quale, sino ad oggi, bisognava respingere anche la più fondata delle richieste della Magistratura.

Soddisfazione di Francesco Sanna per la semplificazione normativa che agevolerà i lavori di ripristino ambientale. 10 maggio 2012

La nuova norma prevede che, ferme restando le cautele ambientali (analisi e test chimici e fisici sia sui materiali,  sia  sui  luoghi  di  destinazione, valutazione delle acque sotterranee), i residui delle attività minerarie  nei  siti  di interesse  nazionale  possano  essere riutilizzati, nelle stesse aree, in tutte le attività di miglioramento ambientale, nelle bonifiche, nei riempimenti degli scavi minerari, nelle opere viarie

La nota di Francesco Sanna sul dibattito in corso sull'web e sui media

Ho aperto la pagina di Violapost.it, e oltre alla incredibile sponsorizzazione pubblicitaria di una società che si offre per costituire società all'estero per non pagare le tasse in Italia, trovo alcune inesattezze che fanno riflettere. Credo sia utile qualche dato per fare chiarezza contro il rischio di disinformazione.

Francesco Sanna stigmatizza l'atteggiamento delle associazioni neofasciste che hanno manifestato durante la festa della Liberazione

Fatta salva la pietas verso gli sconfitti della RSI, ma ricordando sempre che stavano dalla parte sbagliata. Pietas, dunque, non onore politico come intendeva il nero striscione neofascista srotolato in piazza Gramsci; e pena, non odio politico, per quei ragazzini a cui l'hanno messo in mano.