iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula del Senato, giovedì 23 dicembre 2010 ( guarda il video con Real Player)

È un provvedimento che vuole prendere posizione su due temi; sul fatto che esista nel nostro Paese una questione giovanile che riguarda non solo l'università, ma anche una condizione generazionale e particolare che non si è mai creata prima in Italia. Voglio citare le parole di un giovane studioso, Alessandro Rosina: « I giovani italiani hanno i salari più bassi, la più bassa scolarizzazione, il minor peso elettorale, il sistema previdenziale più iniquo, il maggior debito pubblico ereditato dalle generazioni precedenti, l'età più ritardata nella conquista di una propria autonomia e nella formazione di una famiglia» (VIDEO Real Player).

L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula del Senato il 22.12.2010, Guarda sotto il video dell'intervento

Da avant'ieri, il Consiglio regionale della Sardegna è bloccato nella sua sessione di bilancio perché il Governo, per il secondo anno consecutivo, non comunica i dati formalmente consolidati con i lavori delle Commissioni paritetiche per la redazione delle norme di attuazione dello statuto, che il Governo stesso ha inopinatamente richiesto, per la prima volta in sessant'anni. Si tratta dei dati che servono a determinare il contributo dello Stato al funzionamento della Regione, cioè l'applicazione del nuovo regime delle entrate, che con una legge dello Stato, votata da questo Parlamento nel dicembre 2006, regola i rapporti tra lo Stato e la Regione Sardegna (VIDEO con Real Player).

L'intervento in Aula di Francesco Sanna nella seduta del 20 ottobre 2010. Sotto il comunicato dei senatori PD.

Questo era l'anno in cui doveva entrare a regime il nuovo sistema delle entrate e consentire alla Regione di rispondere, tra l'altro, alle richieste di interventi strutturali e di emergenza nel settore agropastorale la cui esplosione ha provocato ieri a Cagliari i fatti di cui questo Parlamento pochi minuti fa si è interessato e di cui dovrà tornare ad interessarsi con l'intervento in Aula del Ministro dell'interno e noi auspichiamo anche del Ministro dell'agricoltura Galan (Video con Real Player).

Nel II intervento, il 22.09 2010, h.11,25, Francesco Sanna illustra l'emendamento per favorire la competitività dei porti industriali italiani

Dall'approvazione di questo emendamento dipendono il mantenimento e l'apertura di porti importanti nel sistema del transhipment italiano come Gioia Tauro, Taranto e soprattutto Cagliari: se non apportiamo questa modifica questi porti rischiano di chiudere e non sappiamo se, finita la crisi, riusciranno a riaprire ( Video con Real Player).

il primo Intervento di Francesco Sanna nella seduta del 22 settembre 2010, h.10,03

Tirrenia è una società che in 24 anni non ha mai cambiato interamente il proprio consiglio di amministrazione e ha visto una sola persona in un quarto di secolo saldamente sulla tolda di comando della sua flotta. La Corte dei conti, relazionando al Parlamento nel febbraio 2009, ci dà un quadro impressionante della difficoltà strutturale al mantenimento dell'operatività della Tirrenia: debiti che superano di quattro volte i crediti della società; il patrimonio armatoriale che si impoverisce ed è anche colpito da scelte di investimento madornali e sbagliate; costi del lavoro, si dice, del 25 per cento superiori all'armamento privato; un peso enorme delle strutture amministrative della società. A ciò si aggiungono, per quello che riguarda il Parlamento, conti poco trasparenti e non articolati sulle diverse rotte ( Video con Real Player).

Francesco Sanna interviene, il 15.9.2010, nell'Aula del Senato per denunciare la sottrazione alla Sardegna di 1 miliardo e 600mila euro

La regione autonoma della Sardegna, a fronte di questo nuovo sistema, quest'anno ha iscritto a bilancio 1,6 miliardi di euro, cui però, né nel bilancio di previsione né nel bilancio di assestamento corrisponde analoga previsione da parte dello Stato. Allora i casi sono due, o non è veritiero - non voglio usare l'espressione bilancio falso, ma più correttamente riferirmi al principio costituzionale e di razionalità contabile della veridicità dei conti pubblici - il bilancio della Sardegna o non è veritiero il bilancio che ci apprestiamo a votare ( Video con Real Player).

L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula del Senato, nella seduta pomeridiana del 3 agosto 2010

Non un soldo del contribuente italiano a difesa della diffamazione seriale e dell'attività di dossieraggio, né passata, né presente, né futura, e non in nome del Senato della Repubblica l'incitamento al degrado della politica e il disprezzo annunciato e impunito della dignità delle persone, siano esse il Presidente della Camera o il più povero dei cittadini italiani (Video con Real Player).

Gli interventi di Francesco Sanna nell'Aula del senato nelle sedute del 22 luglio 2010

Signor Presidente, passo ad illustrare gli emendamenti a mia firma, tutti riferibili alla disciplina che la legge n. 99 del 2009 aveva in parte lasciato per strada e che invece è importante in quest'ultima fase dei lavori parlamentari, prima della pausa estiva, riuscire a migliorare ed approvare.Il primo blocco di emendamenti riguarda un problema della Regione Sardegna, più in generale, della nostra politica ambientale di ricerca tecnologica ed innovazione che ha in progetto di usare le fonti fossili, il carbone del Sulcis, sulla scorta di tecnologie che consentano l'integrale cattura e sequestro del biossido di carbonio, l'anidride carbonica.

Francesco Sanna nell'intervento in Aula speiga perchè la richiesta di arresti domiciliari della Procura di Napoli è giustificata, 20 luglio 2010

Non è per il voto di scambio che viene chiesta la misura cautelare a favore del senatore Nespoli: il pubblico ministero lo esclude, proprio perché si tratterebbe di fatti risalenti molto indietro nel tempo. Si tratta piuttosto dell'utilizzazione di questi danari, cioè dei fondi sottratti alla società di vigilanza fallita, che secondo l'accusa ancora oggi vengono utilizzati in attività immobiliari riconducibili alla famiglia del senatore Nespoli (Video con Real Player).

Nella seduta del senato del 29 giugno 2010, Francesco Sanna chiede la modifica del regolamento ( sotto la lettera della Finocchiaro a Schifani)

La Commissione affari costituzionali sta svolgendo i suoi lavori in sede referente; dunque, il suo regime di pubblicità, che nessuno di noi contesta nell'applicazione che ne fanno sia gli Uffici sia l'Ufficio di Presidenza della Commissione, è quello di un riassunto (Resoconto sommario) di quanto avviene. C'è un evidente buco nella disciplina del Regolamento del Senato circa i vari provvedimenti di natura costituzionale, tra i quali anche quelli che tendono a integrare articoli (in questo caso, sicuramente gli articoli 68, 90 e 96) della Costituzione (guarda il VIDEO con Real Player).

L'intervento di Francesco Sanna del 23 giugno 2010 . A fine pagina il testo degli emendamenti del Gruppo PD e la relazione del Pres. Vizzini

La soluzione normativa prospettata appare priva degli equilibri necessari, in quanto attribuisce ai membri del Governo una tutela più intensa rispetto a quella riservata ai parlamentari. L'introduzione della possibilità di sospendere i processi per i reati extra funzionali appare peraltro ancor più inopportuna, ove si consideri che, anche per i reati funzionali, l'interpretazione estensiva del combinato disposto dell'articolo 96 della Costituzione e della legge costituzionale n. 1 del 1989 ha determinato un ampliamento oltremodo significativo dell'ambito di tutela dei titolari di incarichi di Governo, anche in ipotesi per le quali tali garanzia dovrebbe essere esclusa (testi stenografico integrale e sommario).

 

Francesco Sanna chiede che l'Aula si occupi dei provvedimenti per affrontare la crisi economica, come il caso Eurallumina

Signora Presidente, onorevoli colleghi, come evitare, quando torniamo a casa alla fine di questa settimana di lavori parlamentari, il sentimento di vergogna che provoca il riferire ai propri cittadini che non ci si è occupati di nulla, purtroppo, di quello che morde la carne delle situazioni di maggiore difficoltà del nostro Paese? (VIDEO con Real Player)

L'intervento in Aula di Francesco Sanna, nella seduta pomeridiana del 19 maggio 2010

Sia ben chiaro, colleghi della maggioranza, senatori del Popolo della Libertà e senatori della Lega che venite in Sardegna a fare la campagna elettorale alle varie fazioni del centrodestra: state votando la fiducia ad un Governo che non accoglie la proposta di equiparare la Sardegna al resto dell'Italia nel trattamento a favore delle famiglie bisognose. Anche questa responsabilità vi state assumendo ( Video visibile con Real Player).

L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula del Senato, nella riunione del 21 aprile 2010, h.18,15

Se noi decidiamo che il Senato si costituisca in giudizio davanti alla Corte costituzionale su questa causa, allora noi ci stiamo costituendo in giudizio in una causa persa. Sarebbe meglio presentarsi appellandoci semplicemente, non alla clemenza della Corte costituzionale, ma a quella del senatore Storace (video con Real Player).

L'intervento di Francesco Sanna, seduta antimeridiana del senato n.347 del 9 marzo 2010, h.12,47.

Se ci fermiamo e riprendiamo la razionalità e l'intelligenza della politica, la capacità di leggere gli avvenimenti che capitano in questo Paese e non quelli che capitano all'interno dei palazzi, faremmo la riforma degli ammortizzatori sociali, degli istituti giuridici che riguardano la vita reale dell'Italia, del nostro popolo e non impegneremmo il Parlamento a coltivare quattro interessi certamente da rimandare a chi li sollecita, il ceto politico che oggi ci governa (video con Real Player). 

Gli interventi di Francesco Sanna, nell'Aula del senato, per garantire la competitività delle imprese sarde e siciliane nel mercato internazionale

Nell'iter del "Decreto energia per le grandi isole"  Francesco Sanna  è intervenuto più volte in Aula per assicurare al sistema produttivo isolano condizioni di parità rispetto ai concorrenti internazionali e per fare in modo che le misure legislative fossero coerenti con i richiami fatti, più volte, all'Italia dalla UE.

L'intervento di Francesco Sanna nella seduta del Senato, 3 marzo 2010

E' di ieri l'allarme della Commissione antimafia. Il senatore Di Girolamo avrebbe potuto chiarire il rapporto tra la sua dichiarazione patrimoniale depositata qui in Senato e l'ingente disponibilità di beni e mezzi finanziari che emerge dai dati di indagine consegnati a questa istituzione parlamentare. E avrebbe potuto - e dovuto, a mio avviso - discolparsi, respingere e fornire elementi contro l'accusa a mio giudizio più grave: quella di broglio elettorale coordinato e organizzato dalla 'ndrangheta. Ritengo che il broglio sia tra le peggiori offese alla democrazia (Video con Real Player).

Francesco Sanna si oppone alla richiesta Pdl di rinvio della decisione sulla decadenza del senatore Di Girolamo

"Stiamo applicando l'articolo 66 della Costituzione che, a differenza di molti altri Parlamenti nel mondo, attribuisce alla nostra Camera il potere e il dovere di valutare i titoli di ammissione di ciascuno di noi all'esercizio della funzione parlamentare. Se noi accedessimo alla richiesta del senatore Gasparri, e dunque dicessimo che intendiamo aspettare il giudizio della magistratura ordinaria per integrare il nostro, faremmo finta che non esiste più l'articolo 66 della Costituzione" (f. sanna).

Ripubblichiamo gli atti sul caso Di Girolamo e l'intervento in Aula di Francesco Sanna del 29 gennaio 2009.

I gruppi parlamentari del centrodestra guidati dal senatore Maurizio Gasparri (con la Lega Nord silenziosa e obbediente) hanno fatto rinviare dall'Aula la decisione sulla decadenza del senatore PDL Di Girolamo. Il senatore eletto nella circoscrizione estero-Europa è accusato dalla Magistratura di aver falsificato i documenti che attestavano il possesso dei requisiti di candidabilità. La Giunta per le elezioni del senato aveva accertato la mancanza dei requisiti di eleggibilità e ne proponeva la decadenza.. Con un ordine del giorno del PDL fatto votare a scrutinio segreto l'Aula ha però rinviato la decisione sino ai tre gradi di giudizio del procedimento penale. Forti le proteste del PD (Francesco Sanna) che ha parlato di decisione che abroga di fatto l'articolo 66 della Costituzione e lede il prestigio e la dignità del Parlamento.

L'intervento di Francesco Sanna nella seduta del 23 febbraio 2010

Se si lascia la possibilità alle Regioni, nella loro programmazione energetica, quando danno le autorizzazioni per i parchi eolici, di individuare criteri di preferenza perché questi siano al servizio di attività produttive, con una stessa operazione si realizza un lancio delle fonti rinnovabili, si aiuta la loro diffusione nel Paese e, allo stesso tempo, si pone in essere un'operazione di politica industriale.