iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
L'editoriale di Ilvo Diamanti su Repubblica di domenica 27 dicembre 2009

E' tornato a parlare agli italiani, Silvio Berlusconi, dopo l'aggressione avvenuta a Milano due settimane fa. E la soddisfazione, nelle sue parole, ha largamente sopraffatto i segni della paura e del dolore. D'altronde, il moto di emozione e di solidarietà, seguito all'episodio, ha aiutato Berlusconi a risalire nei sondaggi, dopo mesi e mesi di declino.

Le parole di Giorgio Napolitano e due editoriali di Giannini e Stella a commento dei fatti di Milano culminati nell'aggressione al premier

Basta con l'esasperazione della lotta politica, non si alimentino le tensioni, ognuno misuri le parole dovunque si parli: nelle piazze, nei congressi di partito e in tv. Ciascuno faccia la sua parte: non ha senso, adesso, che gli uni accusino gli altri per il clima che si è creato.

Le proposte del PD per far uscire le famiglie e le imprese italiane dalle difficoltà economiche

Alzare i redditi medio bassi, dare un po’ di liquidità alle piccole e medie imprese, dare il via ad un piano di piccole opere e incentivare la green economy. Sono quattro cose da fare in fretta per arginare “una crisi che morde” e sono le quattro proposte messe in campo da Pier Luigi Bersani nel corso della presentazione dell’iniziativa “Mille piazze per l’alternativa”.

Il pezzo di Alessando Aresu, nella sezione: Italian politics della rivista online " Lo spazio della politica"

How to tackle this? Well, that’s simple: through an effort of disclosure. Tell your voters about your earnings, tell them what you are doing with your benefits, and why and when you are in the Chamber of Deputies or in the Senate. Keep them involved: this seems banal, but it is absolutely needed, to make Italian democracy actually work. The example of Francesco Sanna, a DP Senator who is doing exactly this since 2004, can be useful.

Alla manifestazione la presidente del PD, Marino e Franceschini. Solo YouDem e RaiNews24 trasmettono la diretta (da www. PD.it)
Piazza San Giovanni piena a Roma per il NO B DAY la prima manifestazione autoconvocata via internet per chiedere le dimissioni del premier Silvio Berlusconi. Un corteo, partito con inusuale puntualita' da Piazza della Repubblica alle 14, tutto viola.E' stato il viola, colore scelto perché ''non occupato ancora dalla politica'' e come simbolo ''di quegli italiani che non vogliono 'violare' le leggi'', a predominare nella giornata del 'No B' di Roma.
Il senegalese ottiene lo status di rifugiato: sospesi gli effetti del decreto di espulsione (di Laura Sanna, La Nuova Sardegna 5.12.09)

Talla torna a casa: lo status di rifugiato salva il giovane senegalese dal rimpatrio. Entro pochi giorni rientrerà a Iglesias, città dove «ha eletto il suo domicilio».La notizia è stata data dal sindaco di Iglesias, Pierluigi Carta, e dal senatore del Partito democratico Francesco Sanna (guarda VIDEO)

OPPOSIZIONE E SOCIETÀ CIVILE CRITICANO IL GOVERNO : DA FAMIGLIA CRISTIANA

Neppure un euro per figli, anziani e disabili. Abbiamo analizzato il testo passato al Senato e ora alla Camera. Ecco l’elenco completo di ciò che manca. E delle voci che sono state tagliate. Compresi i bonus luce e gas.

Da L'Unità.it, Davide Madeddu 19 novembre 2009

Dalla promessa del premier che in campagna elettorale annunciò la telefonata «salva Eurallumina», oggi chiusa e con gli operai in cassa integrazione a quelle del ministro e del governatore che annunciano interventi decisivi per salvare, oggi, l'Alcoa e lo stabilimento che rischia di chiudere entro la fine dell'anno.

Da Limes, di Alessandro Aresu ( vai su segue per il link di Repubblica.it)

La partita di Obama in Cina: il "presidente del Mondo" si prepara a quest'incontro da tempo. La delicata questione di Internet e i consigli di Robert Zoellick.

L'Unità, 11 novembre 09, D. Madeddu, a fine pag. il video intervento di F. Sanna in Senato

La protesta dell’Alcoa di Portovesme, che rischia la chiusura il prossimo 17 novembre, ha portato gli operai nel centro di Cagliari, prima sulle banchine del porto e poi davanti al Consiglio regionale.

Da La Nuova Sardegna di domenica 1 novembre 2009, di Giampaolo Meloni

Ha ragione il governo nazionale a lanciare segnali di ottimismo, oppure è attendibile Alcoa con il suo allarme per la piega negativa della vicenda legata alle tariffe energetiche agevolate? La risposta la dovrà dare il governo, che sarà chiamato a fornire una spiegazione dal senatore del Pd Francesco Sanna.

"Dentro la vittoria di tutti c'è anche la mia" ha commentato su twitter, 26 10. 2009

"Costruirò il partito, sono orgoglioso di farlo. Questa è una grande vittoria di tutti, elettori e militanti e con Dario e Ignazio lavoreremo assieme (leggi qui i loro commenti sul voto delle primarie), un lavoro di squadra. Voglio rivolgere una parola di amicizia e rispetto per Franceschini e Marino, lavoreremo insieme per il nostro partito. Voglio ringraziare Dario Franceschini che mi ha telefonato riconoscendo il risultato delle primarie".

Da L'Unità di sabato 24 ottobre 2009, di Francesco Sanna

Meglio che il 25 ottobre chi vince abbia una maggioranza assoluta di voti e di seggi in Assemblea. Ma se così non fosse, preferisco a un segretario di minoranza uno eletto con convergenze discusse ed espresse in Assemblea, senza ricatti e utilità marginali, queste sì scandalose.

Dimissioni obbligatorie se si dovesse provare che l' impegno ? stato disatteso, di Salvatore Bragantini, Corsera 1.10.09

Nessun Paese civile ha votato una sanatoria che consente agli evasori di pagare un decimo di quanto dovevano. Davvero sono i conti pubblici ad imporre una misura iniqua ma necessaria? Eppure nel Regno Unito e negli Usa chi vuol regolarizzare la propria posizione deve pagare almeno l' imposta evasa: dieci volte quanto l' evasore italico. E sì che i conti di questi Paesi, dato l' enorme ammontare di risorse che essi spendono per la crisi, non sono messi tanto meglio dei nostri, come il ministro Tremonti giustamente non si stanca di dire.

Torna la proposta del premio in metri cubi per tutte le costruzioni vicino al mare, di Filippo Peretti, La Nuova Sardegna, 28.9.09

Il «piano casa» della Regione potrebbe riversare colate di cemento anche nella supertutelata fascia costiera di 300 metri: per migliorare gli alberghi e allargare ville e seconde case. La giunta Cappellacci è pronta a tornare alla carica, ma la maggioranza è divisa.

Di Simone Collini, da Unit?.it, 27 settembre 2009

Col suo «bersanese» fatto di metafore «che consentono di farti capire da tutti» ha convinto ogni governatore Pd, la maggioranza degli attuali segretari regionali, sindaci, presidenti di provincia e poi il 55,5% degli iscritti che finora hanno votato che sì, «’sta roba qui» che sarebbe il partito si costruisce «a forza di cacciavite», puntando sul «radicamento sul territorio», «tirando fuori un’identità», facendo opposizione «costruendo un’alternativa di governo», iniziando a discutere il tema delle alleanze.

Dal Corriere Della Sera del 20 settembre 2009, di Gian Antonio Stella

...qualifica di «mini-ministro» usata da Furio Colombo (che si sarebbe scusato: «Intendevo che la politica di Brunetta è mini») a quella di «energu­meno tascabile» cucitagli addosso da Massimo D’Alema fino a «ministro di Topolinia» del democratico France­sco Sanna. Per non dire della battutac­cia di Francesco Storace: «Il ministro spilungone...».

La lettera di dimissioni dalla direzione di Avvenire di Dino Boffo al Presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, 4 settembre 09

Da sette giorni la mia persona è al centro di una bufera di proporzioni gigantesche che ha invaso giornali, televisioni, radio, web, e che non accenna a smorzarsi, anzi. La mia vita e quella della mia famiglia, le mie redazioni, sono state violentate con una volontà dissacratoria che non immaginavo potesse esistere.

Alle famiglie italiane solo spiccioli e promesse. Cos? scrive il settimanale Famiglia Cristiana, 28 agosto 2009

Nel secondo trimestre dell’anno, in Francia e in Germania il Pil è aumentato dello 0,3 per cento rispetto a gennaio-marzo, mentre nello stesso periodo l’Italia ha ceduto lo 0,5 per cento. Si dà il caso che francesi e tedeschi investano nelle politiche a sostegno delle famiglie oltre il 3 per cento del loro Prodotto interno lordo, contro l’1,1 per cento dell’Italia.

L'intervista di Bersani al Corriere della Sera, a cura di Aldo Cazzullo, 25 agosto 2009

''Il Pd non può fare il suo primo congresso senza l’ambizione di indicare un nuovo corso della vicenda politica e sociale italiana. Non possiamo parlare solo di noi. Chi vince dovrà parlare dell’Italia. È preziosa la riflessione di Prodi, che vede le forze progressiste ferme sulle gambe, appesantite dal conservatorismo e dalla perdita di una visione autonoma. Prodi ci offre uno spazio di correzione e di ripensamento: riflettere su com’è andata, e presentarci agli italiani con idee nuove''.