iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
L'intervento di Francesco Sanna al convegno di Cagliari, martedì 20 ottobre 2009

Francesco Sanna nell'intervento al convegno di Cagliari, presso l'hotel Mediterraneo, pone l'accento sulla necessità che il PD sia capace di preparare una nuova classe dirigente" con una promessa di impegno e di continuità per i prossimi quattro anni. Il partito- ha sostenuto- è un qualcosa di diverso rispetto allo stato d'animo di un momento". Per questo il senatore del PD richiama i futuri dirigenti democratici ad un impegno serio, sapendo che il ciclo d'opposizione politica, a Roma e a Cagliari, deve servire a preparare l'alternativa credibile alle destre (video II parte intervento di Francesco Sanna).

L'opinione di Francesco Sanna sul cosiddetto "Lodo Scalfari"

Nel video Francesco Sanna esprime la sua opinione sul cosiddetto Lodo Scalfari, cioè sulla possibile intesa preventiva a riconoscere la vittoria al candidato che arriva prima alle primarie anche senza avere la maggioranza. Il senatore del PD si dice d’accordo se si tratta di prendere atto che un candidato ha avuto un chiarissimo mandato, sovrastando gli altri, ed arriva vicinissimo al traguardo della maggioranza dei seggi in Assemblea. Altrimenti, chi ha più seggi alle primarie ha il diritto di parlare per primo e di ricercare – con il massimo di trasparenza e in un dibattito aperto – il consenso tra i componenti l’assemblea attorno ad un progetto che unisca "partirà svantaggiato - sostiene- chiunque dei candidati avrà alzato troppo i toni, deformato le posizioni dell’avversario o non avrà preso le distanze dagli hooligans della sua curva di tifoseria".

Francesco Sanna a Radio Press spiega perchè da opportunità la nuova legge sull'energia si è trasformata in beffa

Il 9 ottobre 2009 Francesco sanna ha risposto alle domande di Nicola Muscas, cronista dell'emittente radiofonica di Cagliari Radio Press, durante la trasmissione  Extra, che si è occupata del caro energia per il sistema industriale sardo.

Il senatore del PD all'indomani dell'emanazione delle direttive dell'Autorità sull'energia aveva denunciato il rischio concreto ( comunicato) che le tariffe energetiche sarde, le più alte in Italia, sarebbero diventate sempre più esose mettendo in grande difficoltà l'apparato produttivo isolano, in particolare quello enegivoro: Video 1\ Video 2.

La dichiarazione video di Francesco Sanna all'indomani dell'approvazione della legge bloccaprocessi, 23 luglio 08

Con l'entrata in vigore della legge voluta dal centrodestra si preservavano dai provvedimenti giudiziari le quattro più alte cariche della Repubblica: i Presidenti della Repubblica,  del Senato, della Camera, del Consiglio. Una norma che in realtà serviva a bloccare i processi in corso dell'unico interessato che era il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Francesco Sanna racconta nel video i contenuti del testo e il clima che si è respirato nell'aula del Senato al momento dell'approvazione del provvedimento.

Il consigliere regionale PD ha presentato alla stampa il suo programma per la guida del PD sardo

Gian Paolo Diana, accompagnato da Marco Meloni, si candida a guidare i democratici sardi per segnare una netta discontinuità rispetto alle polemiche e alle divisioni che hanno condizionato i primi venti mesi di vita in Sardegna del PD. Il profilo che Diana ha fatto del PD è quello di un partito attento alle fasce deboli della società. Un partito che pone al centro il tema dei lavori, della lotta al precariato, della scuola e della difesa delle riforme avviate dal centrosinistra sardo guidato da Renato Soru.

Le dichiarazioni di Francesco Sanna, di Passoni, del sindacato e dei lavoratori, Cagliari 10 luglio 2009

Un lungo corteo, di oltre 20 mila persone, ha attraversato la città di Cagliari per richiamare il Governo e la Giunta regionale alle proprie responsabilità e alla necessità di indicare soluzioni concrete per le imprese e i lavoratori, lasciati soli di fronte alla crisi economica. Ascolta le video- dichiarazioni di: Francesco Sanna, di Achille Passoni, di Bruno Usai rsu Alcoa,di Ignazio Ganga Cisl e di Gianfranco Mussoni Cgil.

L'intervento di Francesco Sanna, il 4 luglio 2009, all'incontro di 360Sardegna ad Arbatax

Francesco Sanna alla due giorni di formazione, del 3 e 4 luglio 2009 al Telis di Arbatax, organizzata dall'associazione 360 Sardegna parla delle difficoltà economiche con cui devono fare i conti strati sempre più larghi della popolazione italiana. Di fronte a questi scenari dice che il PD dovrà essere capace di parlare chiaro e di avanzare le sue proposte di modifica dello stato sociale a favore dei nuovi poveri della società (video).

Francesco Sanna ha incontrato a Cagliari la Rsu dello stabilimento Alcoa di Portovesme (Sardegna)

Francesco Sanna, giovedì 18 giugno 2009 a Cagliari, ha incontrato la RSU dello stabilimento Alcoa di Portovesme- Sulcis- Sardegna. Il senatore del PD ha informato i rappresentanti sindacali sullo stato dei lavori parlamentari sul Ddl Energia, che dopo il passaggio al senato sarà nuovamente modificato alla camera in diversi punti su iniziativa del Governo. Da qui la necessità di una ulteriore lettura dell'Aula del senato. Sanna auspica che il provvedimento sia licenziato dal Parlamento entro il mese di luglio. Per la RSu erano presenti, a sinistra di Francesco Sanna: Andrea Cuccu, Stefano Lai, bruno Usai e Pierpaolo Gai; alla destra di Sanna: Sergio Pisu, Massimo Cara, Massimiliano Basciu. Video

Francesco Sanna e Donatella Poretti commentano i dati della ricerca "Camere aperte"

Francesco Sanna discute (guarda il video) con la collega senatrice del PD, Donatella Poretti -  prima in graduatoria per rendimento nel lavoro parlamentare secondo la classifica redatta da Open Polis, Cittadinanza Attiva e Controllo Cittadino. La ricerca dal titolo "Camere aperte" analizza il lavoro dei parlamentari tenendo conto in particolare della partecipazione al voto, della presentazione di interpellanze e interrogazioni, della firma ai disegni di legge, degli interventi in Assemblea. "Criteri eccessivamente quantitativi- secondo sia Poretti che Sanna- che taglia fuori tutto il lavoro delle commissioni e che possono essere affinati con l'introduzione di sistemi che valutino anche la qualità del lavoro, ma comunque utili per sapere come lavora il Parlamento italiano"

Francesco Sanna denuncia il gioco delle tre carte del Governo: non mette risorse e si prende i soldi della Sardegna

Francesco Sanna, nel giorno della conversione in legge del Decreto sull'Abruzzo,  denuncia che "L'articolo 17 del decreto legge prevede che il sottosegretario Bertolaso può completare le opere previste in Sardegna, a spese della Regione e degli enti locali sardi. Ma nel testo approvato tutti i risparmi sui lavori -continua Sanna- e sull'organizzazione del G8, sia in Sardegna, sia in Abruzzo, andranno allo Stato. In questo federalismo alla rovescia la Regione ed i Comuni sardi, se vorranno le opere, dovranno conferire i loro fondi a Roma, e se Bertolaso rallenta i lavori e risparmia sulle opere, un bel po’ di soldini isolani verranno riassegnati in un apposito fondo della Presidenza del Consiglio. Sembra incredibile, ma è scritto così"

L'intervento del senatore democratico in cinque video tematici ( Venerd? 15 maggio 2009)

Francesco Sanna ha partecipato all'incontro del PD "Crisi economica e intervento pubblico". Il convegno è stato l'occasione per fare il punto sui lavori del Parlamento, sul ruolo dell'opposizione, sulle politiche pubbliche che il Governo e la Regione sarda stanno attuando, con gravi errori- ha sostenuto il senatore del PD- in particolare nell'indirizzo delle risorse del bilancio che vengono sperperate invece che essere finalizzate ad aiutare il lavoro e le imprese a superare la crisi. Di seguito le cinque parti della relazione di Francesco Sanna:

Video 1 : Rendiconto del lavoro parlamentare;
Video 2: Il Pd ha un'idea dell'Italia alternativa alla destra;
Video 3: La Destra al governo spreca le risorse pubbliche;
Video 4: Il Governo fa cassa con i Fondi per le Aree Sottouttilizzate;
Video 5: Il Governo scippa il G8 alla Sardegna e cerca di portare via anche i nostri soldi.
Tortolì, Ogliastra, Teatro San Francesco: venerdì 15 maggio 2009, ore 18,30.
Francesco Sanna parla del Decreto Abruzzo e della beffa del Governo che ha spostato la sede e sottratto le risorse all'Isola

Francesco Sanna all'avvio della discussione generale, in senato - 14 maggio 2009, sul Decreto Abruzzo che contiene anche le disposizioni sullo spostamento del G8 da La Maddalena a L'Aquila, parla delle promesse non mantenute dal Governo, dello scippo delle risorse subito dalla Sardegna, dei danni alle imprese e al sistema economico sardo realizzato dal Governo Berlusconi. Spiega inoltre il contenuto beffa di un emendamento del Governo che per completare le opere avviate in Sardegna impone, addirittura, l'utilizzo di fondi propri della Regione sarda.

Francesco Sanna critica l'atteggiamento di chiusura del centrodestra che ha respinto le proposte del PD

Francesco Sanna, al senato, subito dopo l'approvazione della legge sullo Sviluppo, Internazionalizzazione delle imprese ed Energia (14 maggio 2009) parla di risultato deludente e occasione persa da parte del centrodestra, che non ha accolto i suggerimenti migliorativi al testo proposti dal PD, per sostenere realmente le imprese alle prese con la grave crisi economica globale ( GUARDA VIDEO).

 

Puoi visualizzare il video anche attraverso l'immagine di Francesco Sanna.

Intervento al Senato del 13 maggio 2009: approvazione del ddl 1195 su Sviluppo imprese ed energia

Francesco Sanna nell'Aula del senato illustra il lavoro fatto dall'opposizione per migliorare il testo del disegno di legge. Parla delll'importanza dell'applicazione del Vpp ( Virtual Power plan) per le industrie sarde, per elevare il livello di concorrenza del mercato elettrico nella regione Sardegna, con misure temporanee finalizzate ad ampliare l’offerta di energia mediante l’individuazione di un meccanismo di mercato che consenta l’acquisizione e la cessione di capacita` produttiva virtuale sino alla completa realizzazione delle infrastrutture energetiche di integrazione con la rete nazionale.

Guarda il video del primo intervento di Francesco Sanna

Guarda il video del secondo intervento di Francesco Sanna

La relazione di Francesco Sanna al convegno del PD di Iglesias il 23 marzo 2009

Francesco Sanna al convegno del PD di Iglesias parla dello stato neurovegetativo e spiega che la casistica dei decessi nei reparti di rianimazione per il 64% dipende dalla decisione di non applicare le terapie salvavita quando possono tramutarsi in accanimento terapeutico.

L'intervento di Francesco Sanna al convegno di 360 Sardegna

Il 13 marzo 2009, a Cagliari, l'associazione TrecentosessantaSardegna ha organizzato un convegno per parlare di come il PD e il centrosinistra dovrebbero riorganizzarsi nell'azione politica e in una stagione che li vede all'opposizione in Sardegna e in Italia. Il ragionamento di Francesco Sanna, nel suo intervento, si è concentrato proprio per spiegare, a suo modo, come occorre ripartire per essere di nuovo credibili agli occhi della maggioranza degli elettori e così tornare al governo dell'isola e dell'Italia.

Francesco Sanna intervistato dal giornalista Paolo Piras

All'hotel Mediterraneo di Cagliari, sabato 13 dicembre 2008 - nel convegno di 360Sardegna, Francesco Sanna illustra le proposte del PD per sostenere le famiglie italiane di fronte alla grave crisi economica. Il senatore democratico parla dei provvedimenti errati di politica economica del governo Berlusconi e richiama l'attenzione dei cittadini sulla sfida del federalismo fiscale: un provvedimento che se attuato coi propositi leghisti può rappresentare un ulteriore freno allo sviluppo del meridione d'Italia. La Sardegna è pronta - secondo Francesco Sanna- grazie alla gestione virtuosa del governo sardo da parte del centrosinistra, a raccogliere la sfida dell'efficienza e della buona amministrazione ( foto www.ducanlewis.co.uk).

Intervento nell' Aula del Senato il 19 novembre 2008

Francesco Sanna chiede che lo Stato intervenga con un’autorizzazione di spesa di 20 milioni di euro in favore della regione Sardegna per gli interventi volti a facilitare il ripristino di tutte le attività interrotte a causa delle alluvioni.
«In particolare i contributi andranno riconosciuti alle famiglie che in seguito al disastro si sono ritrovate senza abitazione – afferma Francesco Sanna – alle imprese che hanno subito danni a impianti, strutture e macchinari o che debbano riacquistare scorte di materie prime o prodotti finiti». Un occhio di riguardo anche per «le attività agricole, con particolare riferimento all'agricoltura di qualità».

F rancesco Sanna spiega i contenuti dell'emendamento illustrato alla commissione LLPP del Senato

L'emendamento al Dl 162\08 sulle infrastrutture richiede un’autorizzazione di spesa di 20 milioni di euro in favore della regione Sardegna per gli interventi volti a facilitare il ripristino di tutte le attività interrotte a causa delle alluvioni del 22 ottobre, 4 e 5 novembre 2008. «In particolare i contributi andranno riconosciuti alle famiglie che in seguito al disastro si sono ritrovate senza abitazione – afferma Francesco Sanna – alle imprese che hanno subito danni a impianti, strutture e macchinari o che debbano riacquistare scorte di materie prime o prodotti finiti». Un occhio di riguardo anche per «le attività agricole, con particolare riferimento all'agricoltura di qualità». Un elemento importante della proposta risiede nella sospensione, per i prossimi tre anni, dei pagamenti dei contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi.

Francesco Sanna svela il rischio che il governo cambi la destinazione dei fondi gi? programmati per il G8

Francesco Sanna illustra i contenuti dell' emendamento al Dl 162\2008 sulle infrastrutture, relativo alla mancata messa a disposizione dei 522 milioni di euro previsti in una ordinanza dal Consiglio dei Ministri lo scorso agosto per opere collaterali all'evento G8, tra cui la superstrada Olbia-Sassari e l'allungamento della pista dell'Aeroporto di Olbia, per il senatore Francesco Sanna «non è pensabile che per finanziare il G8 – il più grande evento internazionale ospitato dall’Italia - si attinga esclusivamente dalle casse della Regione Sardegna».
Questi 522 milioni di euro «non sono soldi dello Stato ma soldi della Regione Sardegna, previsti dai fondi FAS, Fondo per le Aree Sottoutilizzate». Lo stanziamento andrebbe ad aggiungersi ai 233 milioni di euro previsti dalla decisione con delibera CIPE del dicembre 2007 assunta dal Governo Prodi.