iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna illustra gli emendamenti PD di modifica al Lodo

Nella seduta del 7 luglio 2010 Francesco Sanna prosegue l'illustrazione degli emendamenti presentati dal Gruppo del Partito Democratico per crontrastare i contenuti del provvedimento legislativo voluto dal centrodestra per salvare dai processi che lo riguardano il capo del Governo.  In particolare Francesco Sanna si sofferma a precisare il concetto di "rinunciabilità"  della carica istituzionale che non intendesse usufruire dello scudo giudiziario garantito dal Lodo.

Il senatore del PD illustra le modifiche chieste dal Gruppo PD con gli emendamenti depositati

Francesco Sanna espone i contenuti dell'emendamento 1.11 e spiega i motivi dell'opposizione del PD al provvedimento, giudicato di dubbia costituzionalità, che configura uno scudo giudiziario per le alte cariche dello Stato ma che in realtà è funzionale agli interessi del solo Presidente del Consiglio Berlusconi.

Francesco Sanna nei due video spiega i contenuti dell'ulteriore norma ad personam che Berlusconi vuole far approvare dalle Camere

Il senatore PD, in questo primo VIDEO, illustra criticamente i contenuti del cosiddetto "Lodo Alfano costituzionalizzato".

Nel secondo VIDEO, illustra la posizione dei democratici sul cosiddetto "Lodo Alfano costituzionalizzato" e le proposte di modifica del disegno di legge che da martedì 7 luglio 2010 è al voto della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

L'audio dell'intervento di Francesco Sanna nella seduta del 30 giugno 2010

H.12. Iniziata l'illustrazione degli emendamenti. Presenti solo quattro senatori del centrodestra. Per il PD parlano i senatori Ceccanti, Della Monica e Sanna. Sostengo la tesi del non passaggio agli articoli e fermare l'iter del disegno di legge) e della esigenza di fissare nella legge costituzionale il criterio che le Camere devono utilizzare per concedere o no la sospensione. Dico anche che occorre attribuire l'onere della richiesta di sospensione al governante imputato.

L'audio dell'intervento di Francesco Sanna nella seduta del 30 giugno 2010

Alle 9 in Commissione Giustizia, che deve esprimere il parere sul Lodo Alfano costituzionalizzato. Intervengo contro i contenuti della legge. Nel dibattito emerge che la stessa maggioranza di centrodestra non capisce se chi propone la legge vuole la sospensione dei processi o addirittura bloccare tutto alla richiesta di rinvio a giudizio. Ora in Commissione Affari Costituzionali, presentazione degli emendamenti.

L'audio dell'intervento di Francesco Sanna nella seduta del 23 giugno 2010

Nel silenzio dei media, solo pochi giornali ne scrivono,il centrodestra porta avanti la costituzionalizzazione del lodo Alfano (Ddl 2180) perchè, forse, ha capito che l'attuale legge sul legittimo impedimento non reggerà alla valutazione che ne farà la Corte Costituzionale. Nei giorni scorsi nella Commissione Affari Costituzionali sono intervenuto (Audio) per evidenziare le obiezioni al testo. Il centrodestra vuole accelerare e approvare la legge al senato entro la pausa estiva. Il Pd è pronto a una dura opposizione e ha già predisposto numerosi emendamenti ( si tratta di un'auto registrazione "live" nei primi venti secondi si distinguono, infatti, i classici rumori di sottofondo).

Francesco Sanna spiega i contenuti di un emendamento per salvare le ZFU presentato in Commissione Affari Costituzionali

Ho  letto durante il mio intervento in Commissione Affari Costituzionali del Senato, dove discutiamo la manovra economica del Governo, un messaggio di due giovani artigiane che hanno avviato un'attività  sperando di usufruire delle agevolazioni ZFU. Ho presentato un emendamento che mantiene i soldi ma soprattutto le procedure di fiscalità di vantaggio che verrebbero invece travolte dall'articolo 43, comma 2 lettera b della manovra economica, per le quali oggi INPS e INAIL non dovrebbero chiedere niente agli imprenditori. Nei prossimi giorni potete tenervi informati seguendo la vicenda sul mio sito ( video).

Francesco Sanna spiega quali danni causerà, agli incentivi per le rinnovabili, la norma contenuta nel decreto governativo

Si rischia di semidistruggere uno dei pilastri delle politiche italiane a favore delle fonti energetiche rinnovabili. Dalla riforma Bersani del 1999 le industrie che producono energia da fonti tradizionali (petrolio, gas, carbone) sono obbligate a produrre elettricità anche con fonti rinnovabili, oppure a farla produrre anche ad altri soggetti, dai quali acquisteranno, per assolvere il loro obbligo, i certificati verdi che documentano quella produzione (guarda  VIDEO) 6 giugno 2010.

Francesco Sanna spiega perchè ha accettato la proposta di candidatura alle provinciali a sostegno del candidato presidente del centrosinistra
Tore Cherchi mi ha chiesto: aiutami a rilanciare l’Iglesiente ed il Sulcis. Creiamo un ponte stabile tra la provincia di domani e le politiche nazionali che interessano questo pezzo d’Italia. Iglesias - Roma, andata e ritorno.Ho accettato la sua proposta. Per questo sono candidato per il Partito Democratico nel collegio del Centro Storico di Iglesias. Dove sono nato e dove torno ogni settimana, alla fine del lavoro in Senato. Ho messo solo la condizione che se sarò eletto consigliere lo farò senza costi per la collettività ( guarda il VIDEO).
Il segretario nazionale del PD ha incontrato i lavoratori e i democratici del Sulcis-Iglesiente

Pierluigi Bersani nella due giorni sarda dedicata ai problemi del lavoro, venerdì 7 maggio 2010, si è soffermato sulla Vertenza Sulcis. Ha incontrato i lavoratori Rockwool, la company danese che ha chiuso lo stabilimento di Iglesias da circa un anno, nel presidio di Campo Pisano e poi ha parlato agli operai nello stabilimento Eurallumina di Portovesme, chiuso dalla Rusal da oltre due anni. Vi proponiamo alcuni video degli incontri: 1 FSanna Rockwool, 2 operaio Rockwool, 3 PGBersani Eurallumina, 4 PGBersani Eurallumina per Tore Cherchi.