iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
A proposito del nuovo reato su scambio elettorale politico-mafioso
giovedý 25 luglio 2013

Premetto che il testo di riforma dell'articolo 416 ter approvato dalla Camera e' diverso da quello della proposta di legge presentata a prima firma mia e di Enrico Letta. Ma la lettura che Saviano ci offre del nuovo testo del 416 ter non e' quella che abbiamo dato nel dibattito in aula alla Camera, proprio per segnare inequivocabilmente quella che le Preleggi chiamano "la volonta' del legislatore". Quella che verrebbe punita con la galera da 4 a 10 anni e' una condotta che oggi NON costituisce reato.

La consapevolezza richiesta all'autore per commettere il reato vuol dire che egli deve essere conscio di negoziare i voti con una organizzazione criminale. Se questo non e' provato si applica la norma generale sul voto di scambio. Il nuovo reato e' autonomo, quindi la pena, per il politico che lo commette, si cumula con quella prevista per l'alterazione criminale della sua attivita' amministrativa.

Suggerisco caldamente a tutti di leggere gli atti parlamentari.

Francesco Sanna