iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna

 
Sono nato ad Iglesias il 14 aprile 1965.

Studi
Ho conseguito la Maturità Classica presso il Liceo Asproni in Iglesias.
Poi ho studiato Giurisprudenza all’Università di Cagliari. Mi sono laureato con una tesi in Diritto Regionale, concernente la distribuzione dei poteri tra Regioni ed Enti Locali alla luce della legge di riforma delle Autonomie Locali. Il tema diventerà di moda dieci anni dopo, quando il principio di sussidiarietà è stato inserito nella Costituzione Italiana.
Dopo la pratica legale, sono diventato avvocato, presso la circoscrizione della corte d’Appello di Cagliari, arrivando tra i primi nella graduatoria finale dell'esame.

Esperienze professionali
Se si tolgono le vendemmie e le ripetizioni estive di latino e greco a rimandati a settembre, il mio primo vero lavoro retribuito è stato quello di autore di testi per i programmi culturali di RAI Sardegna, e quello di programmista -

regista televisivo (a tempo determinato) sempre nell'ambito della sede regionale sarda della TV pubblica.
A titolo gratuito, collaboro dal 1993 con l'A.R.E.L., Agenzia Ricerche e Legislazione con sede a Roma, presieduta da Beniamino Andreatta e attualmente diretta da Enrico Letta.

Ho lavorato da project manager per società nazionali nella consulenza agli Enti Locali ed alle imprese, cercando di aiutare nell'utilizzazione dei fondi comunitari e nell'ingegneria finanziaria degli strumenti della programmazione negoziata: patti territoriali, programmi integrati d'area, contratti di programma. Questo tra il 1997 ed il 1999.

Durante il governo D'Alema, ho lavorato come esperto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per le Politiche Comunitarie), incaricato della partecipazione alle riunioni preparatorie del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e dell'Osservatorio per la semplificazione amministrativa (tra il novembre 1998 e la fine del 1999).

Nell'ambito dello stesso Dipartimento della Presidenza del Consiglio, sin dalla conferenza di Catania promossa da Carlo Azeglio Ciampi (dicembre 1998) ho seguito tutte le fasi dei gruppi di lavoro per la redazione del Quadro Comunitario di Sostegno 2000-2006 (in particolare, l'asse Sviluppo Locale) e del Piano di Sviluppo del Mezzogiorno.

Con il Governo di Giuliano Amato, Enrico Letta diventa Ministro dell'Industria e mi obbliga a coordinare prima i suoi uffici di diretta collaborazione, poi a dirigere la Segreteria Tecnica del Ministro. In questo ruolo ho svolto sostanzialmente due tipi di lavoro: quello attinente le politiche industriali, le riforme legislative dei settori dell'energia e dell'elettricità, il sistema degli aiuti di stato alle imprese industriali, dell'artigianato, del commercio e del turismo; e quello concernente le crisi industriali nel mezzogiorno d'Italia ed in particolare modo in Sardegna.

Ho fatto parte del Consiglio di Amministrazione della Simest Spa, che aiuta e promuove con partecipazioni finanziarie lo sviluppo delle imprese italiane all'estero, e del CdA di Finmeccanica Spa, società quotata in borsa, il secondo gruppo industriale manifatturiero italiano, impegnato nei settori dell'aeronautica, dello spazio (satelliti), della difesa, dell'energia e dei trasporti ferroviari.

Per Noema srl, una società di giovani consulenti sardi che ho contribuito a fondare, ho svolto funzioni di project manager nella realizzazione dell'attività di business planning di diverse iniziative industriali e nella redazione di studi di fattibilità economico-finanziaria previsti dal POR Sardegna quale condizione per l'ammissione al finanziamento comunitario.

Ho svolto, prima di fare il consigliere regionale, la professione legale occupandomi principalmente di diritto amministrativo e commerciale: adesso ho veramente poco tempo!

Esperienze politiche
Ad Iglesias ho iniziato a far politica molto giovane, dai tempi delle scuole superiori, dove ho rappresentato gli studenti medi negli organi collegiali della mia scuola. Ho continuato nella rappresentanza degli studenti anche all'Università, quando mi hanno eletto nel consiglio di Amministrazione dell'Ateneo Cagliaritano.

Le esperienze politiche più importanti le ho fatte nella Democrazia Cristiana e nel Partito Popolare. A diciotto anni coordinavo i giovani DC della Provincia di Cagliari, più tardi ero il segretario regionale dell'organizzazione in Sardegna.

Sono stato eletto per la prima volta nel consiglio comunale di Iglesias nel 1985, poi ancora nel 1990 e nel 1993. Tra il 1990 ed il 1992 ho coordinato i giovani amministratori locali della DC.

Nel dicembre 1992, segretario Mino Martinazzoli, il Congresso di Montecatini mi ha eletto segretario nazionale del Movimento Giovanile DC, che sviluppando una fase costituente parallela a quella del partito, si scioglierà e fonderà l'organizzazione dei Giovani Popolari.

Nel 1994 (avevo 29 anni) sono candidato alle elezioni europee nel collegio Sicilia - Sardegna. Non sono eletto, ricevendo circa 18.000 voti di preferenza.

Nel febbraio del 1995 sono stato espulso dal Partito Popolare, caduto per poco tempo nella mani dell'onorevole Buttiglione, per aver partecipato ad una assemblea pubblica insieme a Romano Prodi per il lancio della sua candidatura a presidente del Consiglio e la fondazione dell'Ulivo. Da quei fatti prese le mosse la scissione del Partito tra chi farà e fa la stampella a Berlusconi (loro) e chi fece nascere l'Ulivo e sta col centro sinistra (noi).

Nel 1995 faccio parte della Direzione Nazionale del PPI, e poi del suo Consiglio Nazionale.

Partecipo alla costituzione della Margherita, dove vengo eletto nell'Assemblea Nazionale Federale (Congresso di Roma, 2001) e riconfermato dopo il Congresso di Rimini (2004), in forza dell'elezione avvenuta nell'assemblea Regionale Sarda del partito.

Ho sostenuto la designazione di Renato Soru a candidato presidente del centro sinistra, nella discussione che ha preceduto le elezioni regionali del 12 e 13 giugno 2004.

Candidato per la Margherita nel collegio del Sulcis Iglesiente, sono stato eletto con 1822 voti di preferenza (il sito del Consiglio regionale per una svista dell’Ufficio elettorale me ne assegna mille di meno).

In Consiglio Regionale sono stato eletto vice Presidente del Gruppo Consiliare della Margherita. Sono componente della Prima Commissione del Consiglio Regionale, “Autonomia - Ordinamento Regionale - Rapporti con lo Stato - Riforma dello Stato - Enti Locali - Organizzazione Regionale degli enti e del personale - Polizia locale e rurale - Partecipazione popolare

Alle elezioni politiche del 13 e 14 aprile 2008 sono stato eletto Senatore della Repubblica, nella Circoscrizione Sardegna, nelle liste del Partito democratico. A Palazzo Madama sono stato eletto nella I Commissione permanente “Affari Costituzionali” e capogruppo del PD nella “Giunta per le Elezioni e le Immunità parlamentari”.

Alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 sono stato eletto deputato della Repubblica nella lista del Partito Democratico - circoscrizione Sardegna. A Montecitorio sono stato eletto nella I Commissione permanente “Affari Costituzionali” . A novembre del 2014 su indicazione del ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, sono stato eletto Presidente della Commissione Paritetica Stato- Regione Sardegna.

Francesco Sanna