iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Aula della Camera, lunedý 19 settembre 2016

Nel ragionamento che voglio sottoporre, innanzitutto, ai presentatori della mozione, ma anche ai gruppi parlamentari che hanno voluto intervenire in questa discussione generale, io ritengo che in un tempo in cui troppo forte grida il pensiero debole, circa la riforma costituzionale, circa la legge elettorale, un minimo indefettibile di serenità nei rapporti istituzionali ci debba portare a rispettare le competenze degli organi di garanzia che nella nostra campagna sulla riforma costituzionale e anche sulla legge elettorale diciamo essere al centro, come obiettivo, di qualsiasi nostra intenzione.

Presentata alla Camera dei deputati del gruppo PD eletti in Sardegna, Roma 11 maggio 2015

Impegna il Governo...ad inserire nell'agenda di Governo la questione sarda, i vincoli allo sviluppo e, insieme, le opportunità legate all'insularità e ai limiti infrastrutturali, anche attraverso la convocazione di uno specifico tavolo istituzionale Stato-regione, all'occorrenza partecipato anche dalle rappresentanze delle autonomie locali e delle forze sociali sarde, per l'esame del complesso delle vertenze aperte, sul fronte istituzionale, finanziario, economico-produttivo e sociale, al fine di una loro progressiva e celere risoluzione

La proposta di Riforma Costituzionale di iniziativa di Francesco Sanna sui casi di decadenza dei parlamentari

Una sorta di anomalo quarto grado di giurisdizione parlamentare, sicuramente non previsto dalla previsione costituzionale che invece, al contrario, concentra nella unica ed esclusiva sede delle Camere la completa valutazione sui titoli di ammissione alla carica. Ciò non è evidentemente possibile quando un requisito per l'elezione - quello del possesso integrale dei diritti politici - viene ad essere caducato per effetto di una sentenza.

La proposta di ODG del senatore democratico Ŕ stata recepita in larga parte e poi inclusa nel testo approvato

L'ampio dibattito parlamentare sviluppato su questi temi nella XV legislatura e i successivi sviluppi del confronto tra le forze politiche hanno condotto a significative convergenze sulla portata e i contenuti dell'intervento legislativo auspicato, facendo ritenere mature le condizioni per l'approvazione di una disciplina legislativa sul “fine vita”.

L'interrogazione dei deputati PD, I firmatario F. Sanna, al ministro dell'ambiente ( 18 marzo 2016)

La residua attività di revisione dei modelli di funzionamento (che appare oramai matura e conclusa dopo ben nove anni e nella totale responsabilità degli apparati centrali dello Stato, non avendo il commissario del Parco funzione alcuna nella espressione del concerto delle amministrazioni e dei ministri competenti) sembra agli interroganti ben esile motivo per un cambio del titolare della gestione commissariale.

I testi presenti in quest'area del sito non hanno valore di pubblicazione ufficiale, nÚ di pubblicazione legale per il Senato della Repubblica, per il Consiglio Regionale e la Regione Autonoma della Sardegna. Essi sono resi pubblici a cura e sotto l'unica responsabilitÓ di Francesco Sanna, che ne dispone in forza delle prerogative del suo ufficio di senatore della Repubblica e della funzione svolta da consigliere regionale della Sardegna.