iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Zone Urbane di Esenzione fiscale: ecco il testo approvato dalla Corte dei conti
Francesco Sanna pubblica il Decreto a firma dei ministri dello Sviluppo economico e delle Finanze (8 luglio 2013)

Il Decreto consente ora l'emanazione del bando ministeriale, con gli sgravi fiscali e previdenziali, a favore delle micro e piccole imprese che operano nelle aree delle regioni d'Italia, individuate dalla Legge 221 del 2012. Tra queste è ricompresa la provincia di Carbonia-Iglesias, con i suoi 23 comuni, e le città sarde di Cagliari, Quartu S.E., Selargius, Oristano, Olbia, Sassari e Alghero.

Le risorse per l'attuazione delle agevolazioni sono state individuate di concerto dallo Stato con le Regioni e gli Enti Locali che hanno provveduto a riprogrammare la spesa dei fondi strutturali della UE. Per la Provincia di Carbonia-Iglesias si da attuazione al protocollo d'intesa denominato "Piano Sulcis" che movimenta oltre 350 milioni di euro di cui circa 100 sono destinati a finanziare la Zona Urbana di esenzione fiscale.

Forte, invece, è il ritardo della Regione Sardegna nella riprogrammazione dei fondi europei a favore delle altre sette città sarde che potrebbero vedere attuate le ZUEF. Senza questo provvedimento infatti le micro e piccole imprese di quelle città non potranno avvelersi degli sgravi fiscali e previdenziali.

Regioni come la Puglia e la Sicilia, a differenza della Sardegna, sin dal maggio 2013 hanno provveduto alla riprogrammazione dei fondi strutturali e hanno esteso le agevolazioni anche ad altre aree geografiche regionali, di cui all'obiettivo convergenza, che in un primo momento non erano ricomprese tra quelle richiamate dalla "Legge Crescita 2012".

Cagliari, 8 luglio 2013

invia un commento | vai all'archivio »
 
documenti
Decreto per le Zone Urbane di Esenzione Fiscale formato: .pdf 1593 KB preleva »
Il decreto registrato dalla Corte dei Conti il 22 giugno 2013, emanato di concerto tra i ministri dello Sviluppo Economico e delle Finanze


 
deias corrado, martedý 3 settembre 2013
In poche parole l ' impresa che risiede nel Sulcis pu˛ svolgere il fatturato nella misura del 75% fuori dalla provincia CARBONIA IGLESIAS godendo su questo 75 % delle agevolazioni della zfu, e cosi o no?
alessandro usai, martedý 23 luglio 2013
ma in effetti, quando partirÓ questa tanto attesa ZFU del Sulcis-Iglesiente? Quando si potranno finalmente goderne le esenzioni? Grazie
luisella zurru, mercoledý 31 luglio 2013
Buongiorno onorevole: effettivamente leggendo i post, vorrei capire anche io cosa succede con esattezza se parte del reddito Ŕ prodotto fuori zfu? su quello si pagano le tasse intere oppure visto che la ditta ha sede nella zfu lo sconto Ŕ sul reddito totale? La ringrazio. Luisella
Gianni Matta, lunedý 22 luglio 2013
Mi permetto di intervenire: il comma 6 dell'art 9 del decreto, dice che c'Ŕ differenza tra reddito prodotto all'interno e reddito prodotto al di fuori della ZFU. Se sono azienda di Carbonia, ma ad esempio faccio l'impiantista e pur avendo ersonale di Carbonia, eseguo lavori a Cagliari, su quel reddito io pago le imposte per intero. Il mio vicino, che fa lo stesso lavoro, anche lui con operai di Carbonia, ma fa impianti ad Iglesias, paga meno tasse!!! E' una follia che genera ingiustizia, tanto pi¨ stupida perchŔ penalizza chi fa arrivare denaro da fuori della ZFU. Per generare ricchezza vera, bisogna aiutare tutti, e maggiormente chi immette nel sistema Sulcis delle finanze nuove.Il sistema Sulcis, se rimane un circuito chiuso che agevaola fiscalmente solo chi produce e lavora al suo interno, NON genera nuova ricchezza, distribuisce solo quella che c'Ŕ giÓ. Noi favoriamo la venuta di aziende manifatturiere da fuori, e sfavoriamo le nostre giÓ esistenti che producono reddito lavorando nelle altre province.
redazione sito, venerdý 19 luglio 2013
Le esenzioni previdenziali e fiscali si applicano a tutto il reddito dell'impresa avente la sede legale nella provincia di Carbonia-Iglesias.
Impresa zfu, martedý 16 luglio 2013
Buongiorno, vorrei sapere come si determina il reddito da considerare per l'esenzione in caso, come me, si realizzi parte del fatturato all'interno della ZFu e parte all'estero. L'esenzione riguarda solo la parte di reddito prodotta all'interno della ZFU? o riguarda tutto il reddito dell'impresa? Grazie.