iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
La Commissione bilancio alla Camera taglia la sovrattassa sul diritto d'imbarco aerei
Ora la parola passa all'Aula che nei prossimi giorni dovrebbe approvare il provvedimento contenuto nel Decreto Enti Locali

Alla Camera, tra poco in Aula, il testo di conversione del decreto legge Enti Locali con la sterilizzazione dell'addizionale sui diritti di imbarco aerei.

 La commissione Bilancio della Camera ha approvato pochi minuti fa l'emendamento del Governo che sterilizza da primo settembre sino a tutto il 2016 l'addizionale sui diritti d'imbarco aerei. Ora sono in aula dove sta per iniziare la discussione generale sulla conversione in legge del decreto enti locali, dove si troverà anche questa disposizione.

Essa è il presupposto per rivedere e possibilmente abolire definitivamente il sovrapprezzo imposto per finanziare lo stato di crisi delle compagnie aeree nazionali. Lo potremo fare con una manovra sul bilancio dello Stato più articolata, la cui sede propria è la legge di stabilità per il 2017.

Ovviamente la proposta del Governo ha attirato chi, come il personaggio di De Sica in "Miracolo a Milano", è pronto a dire "più uno". Ma a dire "più uno" son capaci tutti; a trovare le risorse, togliendole necessariamente a qualcuno, decisamente meno.

Oggi registriamo che il Governo ha mantenuto la parola data alle regioni, e tra queste alla Sardegna, che ne ha guidato il fronte con paziente determinazione.

Ora ci attende una riflessione e una decisione rapidissima su come riforgiare gli altri interventi finanziari che - applicando le regole europee - consentano ai sistemi aeroportuali più deboli di essere nuovamente desiderabili dalle compagnie low cost, alle quali connettere politiche di offerta turistica all'altezza delle bellezze che possediamo.

Così il deputato dem Francesco Sanna, sul suo profilo Facebook ( Roma, 19 luglio 2016)

invia un commento | vai all'archivio »