iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna annuncia l'iniziativa del pd per correggere l'errore del provvedimento governativo

Ritengo molto positivo che nel decreto legge "Crescita" – in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale - il Governo Monti abbia resuscitato le Zone Franche Urbane, una misura sperimentale di fiscalità di vantaggio a favore delle piccole imprese che nei suoi ultimi rantoli il governo Berlusconi era riuscito ad affossare. Il finanziamento delle esenzioni totali dalle tasse e dalle imposte verrà finanziato con i fondi comunitari che le Regioni potranno riprogrammare e così evitare di perdere per incapacità di spesa.

I senatori democratici hanno presentato il Disegno di Legge a Palazzo Madama

Dopo poche ore dalla comunicazione ufficiale della Commissione Europea con la quale si autorizza l’Italia a prorogare il regime della cosiddetta super-interrompibilità elettrica, i senatori democratici della Sardegna Francesco Sanna, Antonello Cabras e Gianpiero Scanu, e il capogruppo Pd in Commissione Attività Produttive, Filippo Bubbico, hanno presentato a Palazzo Madama un disegno di legge che allunga l’efficacia del sistema attuale sino al 2015.

L'articolo a firma di Lorenzo Piras, con le dichiarazioni di Francesco Sanna, su L'Unione Sarda di sabato 29 settembre 2012

La strada per tagliare da 80 a 60 i consiglieri regionali sardi è tracciata. I tempi tecnici dovrebbero permettere di approvare il disegno di legge entro la legislatura, sempre che alla Camera si ripeta quel che è già accaduto al Senato il 18 aprile, cioè il via libera. E lunedì a Montecitorio la riduzione degli onorevoli di via Roma è al secondo punto all'ordine del giorno

La sollecitazione di Francesco Sanna per una riforma che può ridare autorevolezza alle istituzioni

C'è il rischio concreto - poiché le modifiche agli statuti speciali sono apportate con leggi costituzionali che necessitano della doppia lettura – che se la Camera dei Deputati non approva subito i testi dei tre disegni di legge, non se ne faccia niente per questa legislatura. E che degli effetti di queste riforme – sulle quali si è manifestata una ampia convergenza delle forze politiche – se ne riparli, sempre che vengano riproposte nella prossima legislatura, nel 2017 per la Sicilia, nel 2018 per il Friuli e addirittura nel 2019 per la Sardegna.

Nella città Toscana si farà il punto sulla riforma in discussione in Parlamento

Venerdì 12 ottobre 2012, presso l'Aula Magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pisa, in Via Roma 55, si svolgerà il convegno sul tema “Disposizioni per l’equiparazione dello status contrattuale ed economico dei laureati specializzandi medici e non medici che afferiscono alle scuole di specializzazione di  Area Sanitaria”.