iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna parla dei contenuti della nuova legge sul terzo settore in via di approvazione in Parlamento ( Carbonia, 5 giugno 2015)

Nel convegno promosso dall'Auser e da Sardegna solidale il deputato dem si confronta col mondo del volontariato, ricordando i contenuti della nuova legge- in dirittura d'arrivo in Parlamento, che regolamenterà il III settore in Italia. Carbonia, sala congressi Grande Miniera di Serbariu, venerdì 5 giugno 2015.

I temi su cui Francesco Sanna ha risposto alla giornalista di Radio Star Elvira Usai

Nell' intervista radiofonica ad Elvira Usai, Francesco Sanna parla del lavoro alla Camera dei giorni scorsi, che ha portato alla approvazione della nuova Legge Anticorruzione e di quella che introduce nuove Tutele per L'Ambiente. Il deputato dem fa anche il punto sulle iniziative per il rilancio delle iniziative nel settore dell' alluminio, di cui ha discusso con il ministro Graziano Del Rio in occasione della visita sarda che Del Rio ha condiviso col Presidente Renzi, giovedì 28 maggio a Olbia .

Francesco Sanna pubblica i documenti su cui lavorano i parlamentari

Rispetto alla proposta iniziale formulata dal Governo il testo ha subito significative modifiche nel lavoro in Commissione e nell'Aula della Camera. Il Parlamento ha risposto così a molte delle preoccupazioni e delle sollecitazioni giunte dal mondo della scuola, culminate nello sciopero del 5 maggio scorso, che aveva segnalato alcune criticità del Ddl.

Approvata la legge che punisce i reati ambientali, difende la natura e combatte illegalitÓ ed ecomafie.

Con l'approvazione della nuova legge sono stati introdotti i reati di: disastro ambientale; inquinamento ambientale; impedimento al controllo ambientale; traffico e abbandono di materiali ad alta radioattività ( sotto sono allegate le schede esemplificative della Legge, a cura del centro studi e del Gruppo PD della Camera).

Le dichiarazioni di Francesco Sanna, dopo l'attentato subito a Carbonia dal consigliere comunale Ignazio Cuccu ( Ansa, 16 maggio 2015)

Sono molto preoccupato per un altro atto intimidatorio contro un amministratore locale del Sulcis, il presidente del Consiglio comunale di Carbonia, Ignazio Cuccu. Mi sembra sinistramente simile a quello subìto qualche settimana fa dal suo omologo di Iglesias, Mauro Usai.

Il testo della lettera dei deputati di diversi gruppi parlamentari che chiedono al I Ministro di far ripartire la produzione di alluminio in Italia

Le chiediamo tutto questo non solo rappresentando l'urgenza di un caso di crisi industriale che può trovare soluzione e la preoccupazione per il lavoro di migliaia di famiglie, ma anche l'opportunità che l'Italia si confermi un Paese che- al pari degli altri importanti Stati membri dell'Unione - mantenga una presenza nel comparto dell'alluminio, capace di esaltare il nostro "saper fare", le nuove opportunità tecnologiche e gli spazi di lavoro che si aprono in vari settori, non ultimo quello della ricerca.

Il testo del Governo, con le numerose modifiche apportate dalla Commissione Cultura, Ŕ in Aula alla Camera

La proposta di Riforma della scuola denominata < La buona scuola> è approdata nell'Aula della Camera per la sua prima lettura. Il testo originario ha subito numerose modifiche nell'esame della Commissione. Il Governo, per dichiarazione del Presidente del Consiglio, si è dichiarato aperto alle modifiche che il Parlamento vorrà apportare, rimettendosi al lavoro delle Aule parlamentari escludendo il ricorso al voto di fiducia.

Sanna, no giurisprudenza creativa, superare legge Frattini ( Ansa 14 maggio 2015)

Per il Pd l'obiettivo sembra essere chiaro: si tratta di modificare la legge Frattini evitando il rischio di dare vita, spiega Sanna, a una ''giurisprudenza creativa''. Il che, tradotto, vuol dire che il decalogo punta a delineare norme che definiscono i profili e le condizioni per cui un soggetto si ritrova in conflitto di interessi superando il criterio per cui il conflitto di interessi interviene solo sugli atti. Ipotesi che però non è particolarmente gradita a Forza Italia.

L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula della Camera ( Roma 11 maggio 2015)

La Sardegna è l'unico pezzo d'Italia dove non è disponibile il metano. È possibile far fare a questo pezzo d'Italia, con grande vantaggio del resto d'Italia, un salto accelerato nel tempo, facendo in cinque anni quello che il resto del Mezzogiorno ha fatto in cinquanta anni, semplicemente, come sosteniamo nella nostra mozione, iniziando dalla Sardegna a fare quello che ci chiede l'Europa sul versante della nuova utilizzazione del modo di trasportare e usare il metano; non attraverso l'espansione reticolare dei gasdotti, che creano i vincoli geopolitici che oggi conosciamo, ma attraverso l'utilizzazione del gas naturale liquido ( VIDEO).

Presentata alla Camera dei deputati del gruppo PD eletti in Sardegna, Roma 11 maggio 2015

Impegna il Governo...ad inserire nell'agenda di Governo la questione sarda, i vincoli allo sviluppo e, insieme, le opportunità legate all'insularità e ai limiti infrastrutturali, anche attraverso la convocazione di uno specifico tavolo istituzionale Stato-regione, all'occorrenza partecipato anche dalle rappresentanze delle autonomie locali e delle forze sociali sarde, per l'esame del complesso delle vertenze aperte, sul fronte istituzionale, finanziario, economico-produttivo e sociale, al fine di una loro progressiva e celere risoluzione