iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
L'intervento nell'Aula del Senato giovedý 18 ottobre 2012

E' importante che noi oggi approviamo i testi dei tre disegni di legge costituzionale, perché, se dovessimo cambiare anche di un solo numero quanto essi prevedono, il procedimento di revisione costituzionale non arriverebbe in tempo per incrociare le scadenze elettorali di Friuli-Venezia Giulia e di Sardegna (la Sicilia - come vi ho detto - è già sfuggita a questo ridimensionamento). Segue il testo completo e il VIDEO con Real Player

Aula del Senato martedý 16 ottobre 2012

Credo che ogni provvedimento - anche in questa legislatura ce ne sono stati alcuni e questo è l'ultimo, forse il più importante - che precisi la responsabilità, la metta in capo a soggetti identificabili e aumenti la trasparenza dell'attività amministrativa, rappresenta un contributo a smontare l'idea della corruzione diffusa come pratica per rendere più celere ma implicitamente ingiusta e contraria alla civiltà del diritto l'attività amministrativa (video con Real Player).

L'articolo di Francesco Sanna pubblicato dal quotidiano L'UnitÓ, giovedý 11 ottobre 2012

Il passo più importante è stato fatto nell'assemblea del PD di sabato scorso. Il candidato premier del centro sinistra non potrà essere scelto da una minoranza, seppure qualificata, dei partecipanti alle primarie. Dopo le iniziali diffidenze e differenze non era scontato che decidessimo così, e praticamente all'unanimità.

La soddisfazione di Francesco Sanna che richiama le istituzioni al dovere di realizzare la riforma entro gennaio 2013

Nonostante siamo riusciti ad approvare i tre ddl con un iter velocissimo nella prima data utile - spiega Sanna - dobbiamo fare una vera corsa contro il tempo. Se tutto va bene, l'aula del Senato li approverà al più presto e Montecitorio potrà dire sì alle norme entro gennaio, prima cioè dello scioglimento delle Camere. In caso contrario, tutto si azzererebbe e il lavoro dovrebbe ricominciare con la nuova legislatura, un'ipotesi molto negativa, soprattutto per il Friuli che andrà al voto nel 2013 e che non avrebbe approvato in tempo il nuovo Statuto che, come nel caso di Sardegna e Sicilia, dispone la riduzione di circa un quarto degli attuali consiglieri

Francesco Sanna annuncia l'iniziativa del pd per correggere l'errore del provvedimento governativo

Ritengo molto positivo che nel decreto legge "Crescita" – in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale - il Governo Monti abbia resuscitato le Zone Franche Urbane, una misura sperimentale di fiscalità di vantaggio a favore delle piccole imprese che nei suoi ultimi rantoli il governo Berlusconi era riuscito ad affossare. Il finanziamento delle esenzioni totali dalle tasse e dalle imposte verrà finanziato con i fondi comunitari che le Regioni potranno riprogrammare e così evitare di perdere per incapacità di spesa.

I senatori democratici hanno presentato il Disegno di Legge a Palazzo Madama

Dopo poche ore dalla comunicazione ufficiale della Commissione Europea con la quale si autorizza l’Italia a prorogare il regime della cosiddetta super-interrompibilità elettrica, i senatori democratici della Sardegna Francesco Sanna, Antonello Cabras e Gianpiero Scanu, e il capogruppo Pd in Commissione Attività Produttive, Filippo Bubbico, hanno presentato a Palazzo Madama un disegno di legge che allunga l’efficacia del sistema attuale sino al 2015.

La puntata del 30 settembre 2012 della trasmissione di inchiesta condotta da Milena Gabanelli
Domenica 30 settembre, alle 21,30, su Rai3 è ripartita REPORT la trasmissione di inchiesta di Milena Gabanelli. In questa puntata tra le altre alcune dichiarazioni di Francesco Sanna, a Bernardo Iovene, sul tema: "Quanti sono, e chi sono, i parlamentari con un rinvio a giudizio, o condanna di primo grado, o condanna definitiva per reati contro la pubblica amministrazione? Ora dovranno approvare una legge che decida la loro sorte". Clicca sul link sotto e guarda i contenuti della puntata.
L'articolo a firma di Lorenzo Piras, con le dichiarazioni di Francesco Sanna, su L'Unione Sarda di sabato 29 settembre 2012

La strada per tagliare da 80 a 60 i consiglieri regionali sardi è tracciata. I tempi tecnici dovrebbero permettere di approvare il disegno di legge entro la legislatura, sempre che alla Camera si ripeta quel che è già accaduto al Senato il 18 aprile, cioè il via libera. E lunedì a Montecitorio la riduzione degli onorevoli di via Roma è al secondo punto all'ordine del giorno

Francesco Sanna richiama tutti alla concretezza per la soluzione della vertenza della fabbrica di alluminio

La vertenza ALCOA è già complicata di suo, e le nuoce ogni provocazione inutile ed ogni reazione sproporzionata. Questo è il tempo dei nervi saldi e del massimo di professionalità nel gestire la tensione sociale. Chi può faccia gesti simbolici di pace, chi deve acceleri la soluzione concreta della vicenda, cioè la ripresa produttiva con altro imprenditore dello stabilimento.

La sollecitazione di Francesco Sanna per una riforma che pu˛ ridare autorevolezza alle istituzioni

C'è il rischio concreto - poiché le modifiche agli statuti speciali sono apportate con leggi costituzionali che necessitano della doppia lettura – che se la Camera dei Deputati non approva subito i testi dei tre disegni di legge, non se ne faccia niente per questa legislatura. E che degli effetti di queste riforme – sulle quali si è manifestata una ampia convergenza delle forze politiche – se ne riparli, sempre che vengano riproposte nella prossima legislatura, nel 2017 per la Sicilia, nel 2018 per il Friuli e addirittura nel 2019 per la Sardegna.