iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna ha chiesto che il Presidente del Consiglio si faccia carico delle gravi conseguenze che il provvedimento arreca alla pesca in Sardegna

Il ministero dell’agricoltura, che si accinge a ridurre le quote di pesca del tonno rosso alle tonnare, rendendo non sostenibile l’attività nel Sulcis, non può cogliere tutte le implicazioni negative del provvedimento. Per questo motivo la sua adozione deve essere sospesa e il caso valutato in Consiglio dei Ministri, dove andrà invitato, ai sensi dello Statuto speciale della Sardegna, il Presidente della Regione.

Francesco Sanna da conto di un colloquio col ministro dell'Agricoltura Catania al quale ha chiesto la modifica del decreto sulle quote del tonno rosso

Caro Ministro, il decreto sulla ripartizione delle quote di cattura del tonno rosso che stai per adottare è sbagliato. Assegnare alle tonnare una quota troppo piccola non considera adeguatamente la sostenibilità economica di questo sistema di cattura, il più antico, e questa penalizzazione rischia di impedire la pesca del tonno in Sardegna.

Sanna (Pd): «Con la bocciatura europea niente continuità territoriale». L'Unione Sarda, domenica 18 marzo 2012

«Da lunedì dovremmo pensare seriamente a cosa fare per evitare il tracollo di Tirrenia e il blocco della continuità marittima per la Sardegna». Così il senatore del Pd Francesco Sanna commenta la decisione dell'Antitrust europeo sul rigetto della vendita alla Compagnie italiana di navigazione (Cin).

Francesco Sanna chiede che la probabile bocciatura della vendita di Tirrenia non limiti i diritti alla mobilità dei sardi

Il Governo deve iniziare a mettere misure che mettano in sicurezza il trasporto marittimo delle persone e delle merci da e per la Sardegna fornito in regime di continuità territoriale, chiedendo collaborazione totale  a tutte le più importanti compagnie di trasporto marittimo italiano.

L'intervento di Francesco Sanna nel Consiglio regionale della Sardegna, Cagliari 16 marzo 2012

Questo è un giorno importante per il dialogo tra le forze politiche e sociali e la discussione pubblica sulla questione Sardegna. Credo che tutti siamo d'accordo nel dire che è un tempo questo di responsabilità per le istituzioni, per le organizzazioni sociali, le più grandi e le più piccole, direi anche sino ad arrivare alle singole famiglie che abitano in questa nostra bella terra.

Il testo presentato dai senatori democratici, primo firmatario Gian Piero Scanu, e sottoscritto da parlamentari di diversi gruppi politici, 8.3.12

La regione Sardegna subisce il vincolo del proprio territorio per l’utilizzo da parte dello Stato di aree demaniali e servitù militari nella misura dell’80% del totale nazionale;  in Sardegna sono dislocati tre poligoni di tiro, a Capo Teulada, a Capo Frasca e a Salto di Quirra, corrispondenti a ben 35.000 ettari di territorio;

Il testo unificato approvato dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato, Roma 7 marzo 2012

Art. 16. - 1. Il Consiglio regionale è eletto a suffragio universale con voto personale, uguale, libero e segreto, ed è composto da sessanta consiglieri. La composizione del Consiglio non può variare, neppure in relazione alla forma di governo e al sistema elettorale prescelto, se non mediante il procedimento di revisione del presente Statuto ( sotto la lettera col parere della Presidente del Consiglio regionale della Sardegna).

Resoconto stenografico dell'intervento di Francesco Sanna nell'Indagine conoscitiva sul trasporto marittimo e sulla continuità territoriale. 6.3. 2012

Probabilmente  un po' di concorrenza nell'aggiudicazione delle sovvenzioni (cosa impossibile se si vendono insieme flotta e rotte) sarebbe stata molto utile nella prospettazione di un nuovo mercato del trasporto marittimo di merci e persone nel Mediterraneo e nell'Italia, che comprende la parte più significativa del traffico marittimo dal nord al sud del Mediterraneo stesso.

Entro Pasqua il Senato potrebbe licenziare la Legge e trasmetterla alla Camera: soddisfazione di Francesco Sanna

“Un primo ma importante passo delle riforme istituzionali, una prova positiva di dialogo tra Parlamento e Regioni speciali” è il commento del senatore PD Francesco Sanna, relatore insieme al collega Ferruccio Saro sui disegni di legge costituzionale per la riduzione della composizione delle assemblee legislative delle regioni a statuto speciale, dopo la loro approvazione all’unanimità da parte della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

Il testo dell'articolo frutto dell'emendamento proposto da Francesco Sanna in Senato

Si tratta dell'articolo 48 del decreto legge liberalizzazioni, riguarda i dragaggi dei porti (industriali, commerciali, turistici: tutti i porti e i lavori a mare) ma soprattutto interessa le strutture e le aree da bonificare ricomprese nell'ambito dei siti di interesse nazionale.