iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Il sottosegretario Improta ha risposto all'interrogazione dei senatori PD, I firmatario Francesco Sanna (29.2. 2012- sotto il testo della risposta))

Registro certamente la tempestività della risposta del governo Monti alla interrogazione del Pd su Tirrenia. E la registro con piacere perché è in netta discontinuità con il governo precedente che mai ha risposto a ripetute interrogazioni e interpellanze sullo stesso tema, sulla vendita della flotta pubblica, sulla organizzazione del servizio pubblico di trasporto marittimo, che pure valgono ogni anno 181 milioni di bilancio pubblico (sotto, in allegato, il testo della risposta del Governo)

L'intervento di Francesco Sanna nell'Aula del Senato, martedì 28 febbraio 2012, ore 19,02

Signor Presidente, colleghi senatori stiamo per esercitare il piu` intenso dei poteri che la Costituzione affida a quest’Aula in ordine alla giustizia politica. Autorizzazioni a procedere che noi normalmente concediamo, per le misure cautelari, per l’utilizzo di intercettazioni e tutte le altre autorizzazioni a proseguire con atti invasivi della sfera di liberta` del parlamentare non hanno la forza del potere che ci concede l’articolo 96 della Costituzione ( VIDEO con Real Player).

Le dichiarazioni di Francesco Sanna riprese dal giornale online Linkiesta

Alleanze «morte e sepolte», accuse a distanza, provocazioni. Ma per un giorno Pdl e Lega Nord saranno di nuovo alleati. Succederà mercoledì prossimo, a Palazzo Madama. Quando il Senato sarà chiamato a votare l’autorizzazione a procedere in giudizio nei confronti dell’ex ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli. La vicenda risale a un anno fa e vede il senatore padano indagato per l’utilizzo improprio di un volo di Stato. Contrariamente a quanto era trapelato nelle ultime ore, anche stavolta i berlusconiani sembrano voler garantire il proprio appoggio alla Lega.

Francesco Sanna fa il punto sulla vertenza dopo l'audizione in Senato del Commissario D'Andrea ( in allegato il video del 22.2.12)

Le risposte del commissario non mi hanno soddisfatto, su molti punti c’è una non tollerabile vaghezza, pur accompagnata dalla disponibilità ad approfondimenti futuri. Abbiamo invitato a rimuovere gli omissis dalle relazioni trimestrali sulla situazione finanziaria della società. A precisare dove finiscono, rotta per rotta, nave per nave, i 72,6 milioni di euro di sovvenzioni messe a disposizione dallo Stato ( Video, da 0 a 44' le dichiarazioni di D'Andrea, dal min. 45 le domande di F.Sanna).

La Nuova Sardegna del 16 febbraio 2012, dà notizia dell'interrogazione presentata da Francesco Sanna

Il voto di fiducia posto dal governo Monti sul decreto «Milleproroghe» ha obbligato la commissione trasporti a rinviare alla prossima settimana l’audizione del commissario straordinario della Tirrenia. Giancarlo D’Andrea avrebbe dovuto rispondere alle domande sul recente taglio delle rotte nei collegamenti da e per la Sardegna e a quella sulla gestione della privatizzazione della compagnia ( nella foto il Comm. Tirrenia, Giancarlo D'Andrea)

Francesco Sanna pubblica i dati delle spese sostenute nell'espletamento del mandato politico-parlamentare
Nell'anno 2011, per lo svolgimento della sua attività politico-istituzionale, il senatore Francesco Sanna ha sostenuto spese per oltre 57.000 euro. Di questi oltre 21.000 euro sono stati destinati alle attività del PD; oltre 12.000 euro per spese di rimborso per le collaborazioni e quasi 8.000 euro hanno riguardato le spese per la permanenza a Roma. Guarda sotto il dettaglio delle altre voci e apri o scarica l'allegato excel con i dati analitici.
L'interrogazione dei senatori del PD, primo firmatario Francesco Sanna, depositata in senato il 9 febbraio 2012 ( in allegato la risposta del Governo)

Il 18 gennaio 2012 la Commissione Ue ha aperto un'indagine approfondita sulla prevista acquisizione del controllo congiunto di un ramo del gruppo Tirrenia da parte di Compagnia italiana di navigazione (Cin). In base all'indagine preliminare Bruxelles ha espresso "serie preoccupazioni" sulla conformità dell'operazione alle norme in materia di concorrenza, in particolare perché le parti detengono insieme "quote di mercato estremamente elevate, se non monopolistiche, per diverse rotte interne italiane" (in particolare, "alcune rotte da e verso la Sardegna").

Francesco Sanna è primo firmatario della nuova interrogazione dei senatori del PD sulla Tirrenia, sotto in allegato il testo. 9. 2. 2012

Chiediamo al Governo Monti di fare indietro tutta, per dirla in gergo navale, rispetto ai silenzi e alle approssimazioni sulla questione Tirrenia della gestione Matteoli-Tremonti. Il Parlamento ha diritto di conoscere tutte le posizioni sostenute dall’Italia nelle relazioni con la Commissione Europea, prima e dopo l’apertura formale dell’inchiesta comunitaria che evoca pericoli di monopolio sui mari italiani.

Francesco Sanna riferisce sull'esito dell'incontro odierno tra la delegazione sarda e il Presidente del Consiglio Monti

" E' da apprezzare che accanto al Presidente del Consiglio ed al sottosegretario Catricalà all'incontro a
Palazzo Chigi fossero presenti molti vertici amministrativi dello Stato, e che Mario Monti abbia lasciato
chiaramente intendere che al prossimo incontro sarà operativo, su ogni parte della vertenza Sardegna sul quale lo Stato ha da impegnare la sua competenza". Lo dichiara il senatore Francesco Sanna, delegato dai parlamentari sardi del PD a rappresentarli nella riunione.

L'audio dell'intervento di Francesco Sanna nell'incontro con le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil, di lunedì 30 gennaio 2012 a Cagliari

Nell'incontro tra le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil e i parlamentari sardi, si è discusso della situazione di crisi della Sardegna e del confronto da avviare col Governo Monti. Francesco Sanna nel suo intervento ha messo in luce le diverse condizioni politiche attuali, rispetto al confronto col Governo Berlusconi, che era fermo senza risultati al luglio del 2008. Il senatore democratico ha ricordato che occorre arrivare al confronto con le idee chiare, sui tanti problemi della sardegna: trasporti, metanizzazione, lavoro, turismo. Per questo auspica un clima unitario della politica sarda che aiuti a superare le evidenti debolezze della presidenza Cappellacci.