iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
La prossima settimana si conclude la discussione in Commissione con i testi per l'Aula, 25 gennaio 2012

Procede in Senato l’iter dei disegni di legge costituzionale di riforma della composizione dei Consigli delle Regioni speciali (Sicilia, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Val d’Aosta). Completata oggi l’illustrazione dei disegni di legge da parte dei relatori – Francesco Sanna del Partito Democratico e Ferruccio Saro del PDL – la prossima settimana la Commissione Affari Costituzionali inizierà una rapida indagine conoscitiva, per poi passare alla discussione e preparare i testi per l’aula.

Le battute in Commissione Affari Costituzionali tra La ministro Fornero e Francesco Sanna

Occorre ricordare al ministro, al rientro a casa, al Ministero, di impartire un severo rimprovero al viceministro Martone, il quale per dire che i ragazzi non devono perder tempo a laurearsi, ha utilizzato un linguaggio non scevro di intonazioni sessistiche, che non conviene ripetere. Potremo suggerire di lavargli la bocca con il sapone delle pari opportunità…

L'AUDIO dell'intervento di Francesco Sanna al forum del PD Sardo sulle riforme istituzionali, Cagliari 23 gennaio 2012

Durante il forum sulle riforme istituzionali, promosso dal PD Sardegna, Francesco Sanna ha fatto il punto sui lavori del parlamento che entro il mese di febbraio 2012 dovrebbe approvare la nuova Carta delle Autonomie Locali che disciplinerà in nuovi poteri di comuni, province e comuni metropolitani. Il testo prevede la restrizione dei poteri, non l'annullamento, delle province - che diventeranno organismi di secondo grado- e l'aumento delle competenze per Regioni e Comuni.In questo modo l'art.23 del decreto "salva Italia" sarebbe innovato e superato dalla carta delle Autonomie locali.

L'intervento di Francesco Sanna nella seduta di giovedì 19 gennaio 2012 nell'Aula del Senato ( sotto audio video con Real Player)

Nella giornata di ieri la Commissione europea ha dichiarato formalmente l'apertura di un'indagine approfondita sull'acquisizione del controllo congiunto di Tirrenia, di proprietà dello Stato italiano, da parte di Compagnia italiana di navigazione. Le motivazioni sono molto serie, perché - dice la Commissione - vi sono preoccupazioni sulla conformità delle operazioni alle norme in materia di concorrenza. Le parti in causa detengono congiuntamente quote di mercato molto elevate ove non una vera e propria posizione di monopolio su numerose rotte marittime italiane, in particolare verso la Sardegna (VIDEO con Real Player).

Francesco Sanna commenta la decisione della Ue di aprire la procedura di infrazione sulla vendita ai privati della compagnia di navigazione

Dopo l'apertura formale della indagine dell'Antitrust UE, il Governo riprenda in mano il dossier Tirrenia e spieghi al Parlamento cosa ha combinato l'esecutivo che l'ha preceduto. 1200 euro a famiglia per raggiungere via mare la Sardegna nella prossima estate. Domani domande al ministro Passera in Senato.

Francesco Sanna annuncia la posizione del PD contraria a considerare coperto dall'immunità l'insulto del senatore leghista contro Oliviero Diliberto

Pdl e Lega – spiega Sanna – due anni e mezzo fa, hanno deliberato che il ministro Castelli, che insultò l'ex ministro Diliberto in TV, fosse da considerarsi immune perché avrebbe agito per il perseguimento di un preminente interesse pubblico nell’esercizio della funzione di governo. Ebbene, questa è la sentenza di un processo svoltosi secondo regole che non esistono. E bene ha fatto la Corte di Cassazione a contestare che l’insulto televisivo sia un reato ministeriale. Meglio riconoscere l’errore di Pdl e Lega, chiuderla qui e non perseverare nell’errore

La riflessione video di Francesco Sanna sui propositi di abbandono dell'Italia della multinazionale USA

Francesco Sanna riassume gli aspetti della vicenda Alcoa, la multinazionale Usa dell'alluminio, che ha deciso nel 2012 di chiudere gli impianti italiani, tra i quali quello di Portovesme in Sardegna. Il senatore democratico spiega perchè la società americana dovrebbe ripensare il suo atteggiamento e in ogni caso auspica che il Governo italiano si attivi perchè l'Italia non perda le produzioni di un settore strategico per l'industria come quello dell'alluminio ( guarda VIDEO).
(Iglesias, 14 gennaio 2012)

Francesco Sanna commenta l'esito negativo dell'incontro romano con i manager americani

L’esito negativo dell’incontro sul caso ALCOA al Ministero dello Sviluppo Economico - (un vero e proprio << venerdì 13>> direbbero negli USA ) mette Governo e sindacati di fronte alla responsabilità di fare di tutto per garantire che l’Italia continui ad avere una produzione di alluminio primario.Iniziamo a metterci l’obiettivo di creare velocemente condizioni strutturali certe (energia e infrastrutture del distretto sardo dei metalli non ferrosi) perché altri operatori inizino a guardare a questa prospettiva con interesse

La dichiarazione del senatore Francesco Sanna dopo l'annuncio della multinazionale americana

Non riesco comunque ad immaginare che l’Italia, a differenza dei più grandi Paesi europei, rimanga totalmente priva della produzione di alluminio primario. Al di là delle determinazioni di ALCOA, lo stabilimento di Portovesme in Sardegna, va preservato.

Il sarcasmo di Francesco Sanna sulla presa di posizione dell'ex ministro leghista Calderoli

Roberto Calderoli, padre del porcellum, seriamente ferito dal cotechino di capodanno della signora Monti, risponde ricordando l'esempio di Giolitti, "che rifiutò la carrozza di servizio alla figlia in partenza per la stazione". Evidentemente, quando sino a pochi giorni fa vedevo Renzo Bossi scorrazzare per Roma con scorta e lampeggiante, l'auto blu non era messa a disposizione dal ministro leghista delle Riforme ( l'ironica precisazione del Pres. Monti all'interrogazione Calderoli).