iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, Corriere Della Sera, 18 luglio 2011

Come possono imporre «subito» i ticket sanitari fino a 45,5 euro a operai e impiegati rinviando a «domani» (quando?) l'inasprimento del costo a carico dei parlamentari dell'assistenza sanitaria integrativa? Come possono imporre «subito» un taglio alla rivalutazione delle pensioni oltre i 1.400 euro rinviando a «domani» (quando?) quello dei vitalizi loro, che nel 2009 hanno pesato per 198 milioni di euro e pochi mesi fa sono stati salvati con voto plebiscitario dalla proposta che voleva trasformarli in pensioni «normali» soggette alle regole comuni?

La lettera di F. Sanna a Libero, 16.7. 2011 ( sotto doc. I Comm. Senato, audio intervento Sanna, link video di FSanna su YouDem e file rass. stampa)

Alcuni quotidiani, due della famiglia Berlusconi (Libero e Il Giornale) e uno di sinistra (Il Fatto), ieri hanno pubblicato degli articoli sulla discussione in Senato della Manovra economia del Governo, in particolare sulla Riduzione dei Costi della Politica, che - oltre a diverse inesattezze- travisano totalmente la realtà e assimilano la posizione del PD a quella di PDL e LEGA.  Francesco Sanna ha scritto la nota che segue al quotidiano Libero. Sotto i Link all'audio dell'intervento in commissione del senatore Sanna e gli emendamenti del PD per la riduzione dei costi della politica. 

Politica-pop dal blog di Marco Bracconi ( La Repubblica.it)

In vena di metafore storico-cinematografiche,  Tremonti segnala che l’Italia rischia di fare la fine del Titanic, e avverte che  in caso di naufragio-default anche chi viaggia in prima classe non si salverà.

Il resoconto sommario ( a cura del Senato) e la trascrizione dell'audio ( a cura del sito) dell'intervento del sen. Francesco Sanna, 12 luglio 2011

Il senatore SANNA (PD) si sofferma in primo luogo sul Titolo I del decreto-legge, relativo alla riduzione dei costi della politica e degli apparati, evidenziando la necessita` di procedere in modo ancora piu` esteso, profondo e tempestivo, allo scopo di rassicurare i cittadini, ai quali si richiedono rinunce e restrizioni a causa della crisi economica e finanziaria, che la classe politica e` pronta a dare l’esempio, accettando per prima di subire i necessari contenimenti della spesa.

Francesco Sanna rende note le spese per l’attività politica e istituzionale del periodo aprile-giugno 2011

Francesco Sanna presenta il rendiconto delle spese sostenute per svolgere le funzioni politico- istituzionali di senatore democratico (aprile - giugno 2011)

I testi di alcuni emendamenti presentati dal PD alla nuova manovra estiva Tremonti-Berlusconi

Nella difficile congiuntura economica, con l'Italia sotto attacco della speculazione, con i mercati internazionali e i cittadini preoccupati per la tenuta del sistema Italia, il Partito democratico ha accolto l'appello del Presidente Napolitano per consentire un iter rapido della manovra economica in Parlamento. Ecco il testo di alcuni emendamenti, dei pochi che ci si era impegnati a presentare, che il pd ritiene irrinunciabili.

L'interrogazione al ministro dell'Interno Maroni dei senatori democratici Sanna e Adamo, 13 luglio 2011

Per la gestione della sicurezza del matrimonio del Ministro Brunetta, previsto per domenica 10 luglio 2011 nel comune di Ravello, è stato disposto un dispiegamento di forze dell’ordine particolarmente imponente in previsione dell’arrivo di alcuni contestatori; da notizie di stampa si apprende che nell’intento di eludere tali contestatori e tenerli lontani dal luogo dei festeggiamenti, gli sposi promessi hanno anticipato la celebrazione alla sera prima, in via riservata. Tuttavia il programma ufficiale non è stato modificato, né tanto meno è stata richiesta la sospensione del piano di sicurezza stabilito;

L'intervento (audio) di Francesco Sanna nella riunione della Commissione Affari Costituzionali del Senato, mercoledì 12 luglio 2011

Il minutaggio ed il sommario dell’intervento di Francesco Sanna nella  discussione  sul parere della Commissione  Affari Costituzionali  sulla  manovra economica, e in  particolare  sulla riduzione  dei  costi delle  istituzioni  (seduta 12 luglio 2011)-  AUDIO a fine pag. vai su segue.

(0 – 2,50)  Una  manovra economica  diventata  di emergenza.  BOT e CCT italiani  come i  “titoli tossici” della crisi 2008?

(2,50 – 5,20)  La riduzione dei costi delle istituzioni  come una delle condizioni di credibilità del Parlamento

(5,20 – 7.00)  I dissensi sul decreto legge e le proposte alternative del Partito Democratico. Rimandare alla prossima legislatura i “tagli” ai costi della politica è un errore. Facciamo le riforme e le riduzioni un minuto prima di imporre i sacrifici al Paese e spieghiamo come si utilizzano i soldi pubblici per il funzionamento della democrazia.

(7,00 – 8,40)  Più trasparenza e dovere di rendicontazione di come usa i soldi pubblici il Parlamento ed ogni singolo parlamentare. Altrimenti, fuori di qui, si crederà che si vive tutti … alla Milanese !

(8,40 – 11,00) Una Maastricht della politica. Il vitalizio parlamentare di tipo italiano non ha corrispondenti nei sistemi istituzionali europei. Proponiamo di abolirlo e di equiparare le pensioni dei parlamentari a quelle degli altri lavoratori dipendenti.

(11,00 – 12,00)  Auto blu. Gli annunci roboanti di Brunetta non hanno sino ad oggi prodotto la riduzione nemmeno di una Panda arrugginita.

(12.00 – 14,25)  Voli di Stato. Appena tornato al Governo, il centrodestra cambia le regole e moltiplica per tre le ore di volo.

(14,25 – 15,50) Accorpare i turni elettorali per risparmiare. Ma perché non farlo anche per i referendum ? Argomento tabù per la maggioranza, dovete far dimenticare  di aver dissipato 300 milioni di euro non più tardi di due mesi fa per evitare che si raggiungesse il quorum sul legittimo impedimento.

(15,50 – fine)   La manovra inasprisce i costi della giustizia, un diritto sempre meno effettivo. Dalle misure del decreto poco gettito e blocco della giustizia amministrativa sugli appalti. Insieme al decreto sviluppo ratificato la settimana scorsa (gare solo per commesse oltre 1 milione di euro) il messaggio alle imprese è : poca concorrenza tra di voi, fatevi amici negli uffici tecnici delle amministrazioni pubbliche e non disturbate il manovratore.

Interrogazione dei senatori del PD, primo firmatario Francesco Sanna, al ministro dei Trasporti Matteoli. 11.7. 2011

I pendolari sardi, in particolare quelli del Sulcis-Iglesiente, quotidianamente subiscono i malfunzionamenti del servizio dei treni: mancata puntualità, soppressione senza preavviso delle corse, carenza di informazione e guasti tecnici che affliggono l’ormai obsoleto materiale rotabile in linea;

Da L'Unione Sarda del 12 luglio 2011- Provincia Carbonia Iglesias

I disagi dei pendolari del Sulcis Iglesiente approdano in Parlamento. A farsi carico dei problemi vissuti quotidianamente dai viaggiatori che utilizzato il treno per raggiungere Cagliari sono il deputato Giulio Calvisi e il senatore Francesco Sanna, entrambi del Pd. Sono i primi firmatari di altrettante interrogazioni rivolte al ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli. Gli esponenti del Pd ricordano le numerose sollecitazioni e azioni di protesta portate avanti dai pendolari, che si vedono negato il diritto alla mobilità.