iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Il gruppo del PD ha incontrato una delegazione di studenti: la riforma Gelmini è sbagliata. Apri e ascolta il video dell'incontro

Tutte le forme di violenza, da chiunque esercitate, vanno isolate. Da parte degli studenti che come PD abbiamo incontrato c'e' stata la ferma condanna dell'episodio di violenza di oggi, si e' trattato del gesto di un gruppetto isolato. Gli studenti hanno anche lamentato la possibilità che questi episodi possano portare a strumentalizzazioni nei confronti delle manifestazioni pacifiche che si stanno svolgendo in tutta Italia (il video dell'incontro e le dichiarazioni di F.Sanna e I.Marino)

Il senato nella seduta del 23 novembre 2010 ha approvato il ddl che riforma l'avvocatura: il Pd critica l'impostazione corporativa

Abbiamo combattuto per una riforma della professione forense che disegnasse un'avvocatura libera, plurale, moderna, aperta, europea proiettata verso il futuro ed è per questo motivo che non possiamo votare a favore di questa legge che è esattamente l'opposto: impone un modello chiuso che riporta l'avvocatura agli anni Cinquanta e ci allontana significativamente dai sistemi vigenti nei principali Paesi occidentali (G. Carofiglio PD)

Sono previsti circa 150 milioni di euro di investimento di cui 130 a carico della Glencore e 20 pubblici

Finalmente, dopo finti annunci e mesi e mesi di promesse mancate, è arrivata l'approvazione del contratto di programma Portovesme srl. Un unico fiorellino nel deserto sardo degli investimenti pubblici finanziati dal Governo raschiando il bidone dei fondi a disposizione del CIPE.

Francesco Sanna illustra la proposta legislativa per ridurre le difficoltà delle imprese in Sardegna. Sotto il testo del Ddl

Per le imprese sarde che hanno necessità di energia termica nel loro ciclo produttivo- dice Francesco Sanna, primo firmatario del disegno di legge - il divario di costi con il resto d’Italia metanizzato è diventato insostenibile. La nostra proposta prevede una compensazione temporanea di questi sovracosti, che le imprese disposte ad investire nella riconversione tecnologica si vedranno scontare direttamente dalla loro bolletta energetica.

Continua la presa in giro da parte del centrodestra nei confronti della Sardegna

Francesco Sanna: Massidda a Palazzo Grazioli squarcia il velo sul disinteresse del Governo di centrodestra per la Sardegna. “Berlusconi mi ha giurato che non era al corrente dei problemi sardi”. Due anni e mezzo di prese in giro a Regione, istituzioni, sindacati.

Saluto di Francesco Sanna al convegno di sabato 6 novembre a Iglesias

Penso che occorra che tutte le comunità sarde reagiscano  alle intimidazioni verso gli amministratori locali.La presenza dei sindaci di Ottana ed Illorai come testimoni di un’altissima prova di civismo nel resistere alla violenza  rimanendo nelle proprie responsabilità danno l’opportunità anche ad  Iglesias di manifestare loro affetto e solidarietà.

Francesco Sanna denuncia i ritardi del Governo nell'attuazione degli impegni per l'industria sarda

Oggi si sarebbe dovuta tenere la riunione preparatoria del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica. E domani, come solennemente quanto incautamente promesso dal presidente della Regione Sardegna a sindacati ed azienda, la seduta del Comitato, con l'approvazione del Contratto di Programma Portovesme srl per il raddoppio della produzione di zinco, di cui l'Italia è fortemente deficitaria.Peccato che all'ultimo minuto siano state sconvocate l'una e l'altra riunione

Intervista rilasciata da Enrico Letta a Carlo Bertini, pubblicata su «La Stampa» di martedì 2 novembre.

Noi in questo momento dobbiamo fare ogni sforzo per evitare che la possibile caduta di Berlusconi finisca solo con un rimescolamento di carte nel centrodestra che ricordi il 25 luglio, quando il Gran Consiglio defenestrò il Duce ma la guerra andò avanti. Quindi aspettiamo di vedere le mosse di Fini, che saranno determinanti anche per i rapporti con Casini e la nascita eventuale di un terzo polo

L'iniziativa dei senatori democratici Ceccanti e Sanna, del 26 ottobre 2010

Il nostro Regolamento prevede oggi nel suo art. 33 un irragionevole divieto assoluto di pubblicità dei lavori per le sole sedute in sede referente e consultiva. La questione è emersa con particolare delicatezza in questa legislatura a proposito di una legge costituzionale, il ddl 2180, il cosiddetto Lodo Alfano costituzionalizzato, che non solo riveste un'importanza particolare nel dibattito pubblico, ma che, per le caratteristiche tipiche di quella fonte regolata dall'articolo 138 della Costituzione, potrebbe sfociare in un Referendum popolare, per il quale i cittadini dovrebbero avere la possibilità di formarsi un giudizio compiuto, anche delle fasi in Commissione.

Iniziativa dei senatori del PD. Da La Nuova Sardegna del 30 ottobre 2010 ( di Silvia Sanna). Sotto il testo dell'Interrogazione PD

A chi ha scoperto di essersi ammalato dopo il 1º gennaio 2008, non resta che rivolgersi a un avvocato e iniziare una lunga battaglia in tribunale. Chi, invece, ha contratto l’infezione prima del 2008, dovrà fare i conti con un sistema che se ne infischia del tasso d’inflazione: l’indennizzo, se arriverà, non sarà rivalutato di anno in anno sulla base del costo della vita. Morale: cancellazione di circa un terzo dell’importo dovuto. Non solo. Dietro l’angolo c’è l’incubo prescrizione che scatta dopo 15 anni. Scaduto quel termine, il diritto al risarcimento decade.