iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
L'opinione del giornalista del quotidiano la Repubblica sulla disfatta calcistica dell'Italia

La gestione della mediocrità non è tra le cose che agli italiani riescono meglio, ma poichè- non solo nel calcio- la mediocrità è la condizione che descrive meglio di altre questo lungo scorcio della nostra vita nazionale, prima ne prendiamo atto, meglio è.

Francesco Sanna spiega i contenuti di un emendamento per salvare le ZFU presentato in Commissione Affari Costituzionali

Ho  letto durante il mio intervento in Commissione Affari Costituzionali del Senato, dove discutiamo la manovra economica del Governo, un messaggio di due giovani artigiane che hanno avviato un'attività  sperando di usufruire delle agevolazioni ZFU. Ho presentato un emendamento che mantiene i soldi ma soprattutto le procedure di fiscalità di vantaggio che verrebbero invece travolte dall'articolo 43, comma 2 lettera b della manovra economica, per le quali oggi INPS e INAIL non dovrebbero chiedere niente agli imprenditori. Nei prossimi giorni potete tenervi informati seguendo la vicenda sul mio sito ( video).

Francesco Sanna critica l'azione del Governo Berlusconi in tema di riforme

"Invece di logorarsi nel tentativo di cambiare la Costituzione dove non serve, il Governo farebbe bene a dar retta al Parlamento e rendere piu' facile l'accesso dei cittadini ad ottenere giustizia quando sono danneggiati dalla Pubblica Amministrazione".

Nella conversione del Decreto legge sugli istituti culturali il centrodestra vota contro l'emendamento presentato da Francesco Sanna

Stamane in senato il Governo e la maggioranza Pdl- Lega, nell’ambito della conversione in legge del Decreto recante disposizioni urgenti in materia di spettacolo e attività culturali, hanno inferto l’ennesimo schiaffo alle esigenze che provengono dalla Sardegna. I senatori del centrodestra hanno infatti bocciato l’emendamento del PD, di cui ero primo firmatario, che stanziava 10 milioni di euro per gli anni 2011 e 2012 a favore del Teatro lirico di Cagliari.

Il centrosinistra vince al 2° turno nelle province di Cagliari, Nuoro e Ogliastra e si conferma nelle cittā di Nuoro, Iglesias, Sestu e Portotorres

Graziano Milia, del Pd, è stato confermato presidente della Provincia di Cagliari col 52,42% dei voti. Lo sfidante Farris (centrodestra) si è fermato al 47,57%. Il centrosinistra si conferma anche in Ogliastra e a Nuoro, e conquista anche i quattro Comuni in palio: Beniamino Scarpa vince a Porto Torres, Alessandro Bianchi a Nuoro, Aldo Pili a Sestu e Pierluigi Carta a Iglesias.

La cronaca della mattinata in senato pubblicata su Repubblica.it

Un intervento durissimo di Anna Finocchiaro (video con Real Player). Che provoca, più volte, le proteste della maggioranza. Un intervento che legge nella giornata odierna "il massacro della liberta'". Ed ancora: "Il Pd non parteciperà al voto. Questa legge non tutela la privacy dei soggetti ma i criminali, uccide la libertà di informazione e limità i mezzi a disposizione degli investigatori per individuare e punire i colpevoli".

L'Unione Sarda pubblica sul tema l'intervista doppia a Francesco Sanna (PD) e Mauro Pili (PDL)

Si rischia di semidistruggere uno dei pilastri delle politiche italiane a favore delle fonti energetiche rinnovabili. Dalla riforma Bersani del 1999 le industrie che producono energia da fonti tradizionali (petrolio, gas, carbone) sono obbligate a produrre elettricità anche con fonti rinnovabili, oppure a farla produrre anche ad altri soggetti, dai quali acquisteranno, per assolvere il loro obbligo, i certificati verdi che documentano quella produzione (guarda anche VIDEO)

La nota stampa del senatore Francesco Sanna e la dichiarazione VIDEO

Il decreto legge 78/2010, la cosiddetta manovra economica del Governo Berlusconi, scassa il sistema dei certificati verdi senza sostituirlo con una politica industriale ed ambientale plausibile. A rischio investimenti vecchi e nuovi e l’occupazione di migliaia di persone (VIDEO)

Di Paola Zanca, da Il fatto Quotidiano, 4 giugno 2010

Col doppio incarico stai violando la Costituzione italiana e stai impedendo a un consigliere regionale di fare il consigliere regionale. Il divieto costituzionale non nasce per caso: serve a rendere più operativa, più efficiente e capace l'attività del Parlamento o del consiglio regionale. Ogni giorno passato da incompatibili è un giorno passato usurpando una funzione.

Da www.giornalettismo.com

Un sondaggio on line sul sito de L’Espresso su chi potrebbe essere, tra Vendola, Civati, Renzi, Orfini, e la Serracchiani, il prossimo leader del PD, viene taroccato. E a quel punto il settimanale pubblica l’analisi degli ip dei voti. E si scopre che…