iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna interviene in Aula, seduta pomeridiana n.334 dell'11 febbraio 2010 (sotto il video e il testo dell'intervento)

Contro questo malcelato disprezzo verso il Parlamento, anche a nome di chi tra voi non può farlo ma vorrebbe e lo pensa, e a difesa dell'equilibrio dei poteri stabilito dalla nostra Costituzione, i senatori democratici esprimeranno un voto convinto contrario sulla questione di fiducia (video con Real Player).

Il documento articolato del parere negativo espresso dai senatori democratici nella Commissione 10^

esaminato lo schema di decreto legislativo recante la disciplina della localizzazione, della realizzazione e dell'esercizio di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, di impianti di fabbricazione del combustibile nucleare, dei sistemi di stoccaggio, nonché delle misure compensative e delle campagne informative, A.G. n. 174;

I senatori del PD interrogano i ministri della Difesa e del lavoro, Salute e Politiche sociali

quotidiani locali riportano notizie secondo le quali il rischio ambientale del poligono di Quirra deriverebbe dalla presenza di polveri sottili che assumono la forma di “nano particelle” con presenza di metalli pesanti;

Francesco Sanna scrive ai ministri Tremonti e Zaia perchŔ si blocchino le aste contro le aziende agricole( sotto il testo autografo della lettera)

Le aziende agricole sono gravate da debiti sproporzionati alle loro attuali capacità economiche, originati dagli oneri di restituzione imposti da una procedura di infrazione comunitaria di cui esse non hanno la minima responsabilità.

Concorso a premi sul memorabile detto qui sotto

"Ai giovani dico ... sappiate che in me potrete continuare a vedere un faro che rischiara la notte in attesa dell'alba che verrà, ne sono certo".

Il primo che riconosce il personaggio della Storia che ha pronunciato questo invito alle giovani generazioni, e fornisce un breve commento, potrà vantare presso il senatore Sanna un invito a cena nella Capitale.

Il risultato nel voto in Commissione Affari Costituzionali nella notte dell'8 febbraio. Ma ora il Governo pone la fiducia

La vittoria politica più importante nella discussione del dl Milleproroghe è senza dubbio aver convinto il Governo a desistere nel suo ostinato tentativo di ammazzare sul nascere l'esperimento di una fiscalità di vantaggio in 23 aree urbane disagiate italiane.

I video dell'imponente manifestazione allo sciopero generale di venerdý 5 febbraio 2010 in Sardegna

La Sardegna tradita dalle promesse di buon governo, dall'incapacità della giunta regionale di fronte alla sfida con la crisi economica è scesa in piazza a Cagliari. Oltre 50 mila persone, di tutti i settori produttivi dell'isola hanno sfilato per le vie di cagliari per circa 4 ore: un serpentone di 4 km che ha paralizzato il capoluogo sardo. Molta rabbia ma anche tanta determinazione riassunta dalle grida: Non molleremo mai. Video: 1,  2, 3, 4.

 

Il pezzo di Giovanni Maria Bellu su L'UnitÓ di mercoledý 3 febbraio 2010

Bisogna sapere cosa è un'isola per provare tutta la vergogna. Bisogna, almeno una volta nella vita, aver considerato il mare come la fine del mondo. Non il luogo da cui si parte, ma il luogo dove la tua terra semplicemente finisce. E aver sentito l'emozione del varcarlo, lo sgomento di quel passo.

Francesco Sanna chiede al Governo di riferire in Aula quali decisioni intende assumere per affrontare la situazione di crisi, 4 febbr 2010

Signor Presidente, ( Video con Real Player) all'attenzione del Governo sono state proposte in Senato molte interrogazioni e interpellanze riguardanti le industrie della filiera dell'alluminio, presenti in Veneto e in Sardegna. Pochi minuti fa la nave degli operai che hanno manifestato nelle giornate di ieri e l'altro ieri davanti a Montecitorio, in appoggio a una vertenza che tutto il Paese in quei momenti registrava al suo punto di culmine in una riunione a palazzo Chigi, è ritornata mestamente a Cagliari, dove si terrà domani una manifestazione che coinvolgerà tutti i settori produttivi e tutti i territori della Sardegna: uno sciopero generale di un'isola.

L'appunto riepilogativo su Alcoa redatto da Francesco Sanna per i lavori della Direzione del PD Sardegna, 1 febbraio 2010

Nel 1995, durante la privatizzazione dell’industria nazionale  dell’acciaio e dei metalli non ferrosi (alluminio, piombo, zinco) il ministro dell’Industria Clò definisce con un proprio decreto un regime di tariffa elettrica per la produzione di acciaio e alluminio, della durata di dieci anni ( sotto la lettera di Alcoa a Berlusconi, il documento di sanzione della UE e il video del sit-in romano dei lavoratori).