iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Francesco Sanna denuncia l'immobilismo del Governo Berlusconi di fronte alla crisi industriale

Scene di crisi globale in Sardegna, Italia. La chiusura di Eurallumina e la messa in cassa integrazione dei lavoratori è avvenuta senza che il Governo rispondesse a nessuna delle domande che i parlamentari del Partito Democratico gli hanno rivolto circa le reali intenzioni dell’azionista russo RUSAL di rilanciare lo stabilimento.

I video della relazione di Francesco Sanna al convegno del PD del 23 marzo 2009

Il disegno di legge sul testamento biologico, la cui introduzione nell'ordinamento giuridico è diventata nel nostro Paese - dopo il caso Englaro - questione all'attenzione dell'opinione pubblica più vasta è stata approvata in Senato. Il testo voluto dal centrodestra , che sarà a breve in discussione alla Camera, non risponde alle esigenze di  bilanciamento tra i valori costituzionali della autodeterminazione del paziente, del diritto alla vita e a cure che rispettino la sua dignità, della libertà del medico di applicarsi in scienza e coscienza alla cura del malato.

L'intervento di Francesco Sanna al convegno di 360 Sardegna

Il 13 marzo 2009, a Cagliari, l'associazione TrecentosessantaSardegna ha organizzato un convegno per parlare di come il PD e il centrosinistra dovrebbero riorganizzarsi nell'azione politica e in una stagione che li vede all'opposizione in Sardegna e in Italia. Il ragionamento di Francesco Sanna, nel suo intervento, si è concentrato proprio per spiegare, a suo modo, come occorre ripartire per essere di nuovo credibili agli occhi della maggioranza degli elettori e così tornare al governo dell'isola e dell'Italia.

Morto a 79 anni il segretario che nel ?90 port? il partito al 30% ( G. Meloni La Nuova Sardegna 25.3. 2009)

Il 24 marzo scorso è venuto a mancare Raffaele Sanna padre di Francesco: la stampa locale lo ha ricordato per il suo impegno politico. «Un combattente di razza», è la figura che staglia Giorgio Oppi. «La generosità impiantata nella politica», è la definizione di Andreano Madeddu. Raffaele Sanna, uomo di grandi contatti umani, di facile dialogo, infaticabile “cucina” organizzativa del partito, ha cessato di vivere lunedì all’età di 79 anni. Un traguardo al quale è arrivato animato da quella passione politica antica che ne distinse la militanza popolare, sociale e cristiana.

''I leaders del G20 hanno la responsabilit? di intraprendere un'azione coraggiosa, ampia e coordinata''( Corsera 24 marzo 2009)

Viviamo in un'epoca di sfide economiche a livello globale che non si risolveranno con mezze misure né con gli sforzi isolati delle singole nazioni. Oggi i leader del G20 hanno la responsabilità di intraprendere un'azione coraggiosa, ampia e coordinata che potrà riavviare la ripresa economica. Non solo: questa azione potrà anche spianare la strada a una nuova era di impegno economico per scongiurare il ripetersi di una simile crisi in futuro

Francesco Sanna ne discute a Iglesias, luned? 23 marzo h.18 sala Lepori

Da martedì prossimo il Senato inizia a votare il disegno di legge "Disposizioni in materia di alleanza terapeutica, di consenso informato e di dichiarazioni anticipate di trattamento". Si tratta della legge sul testamento biologico, la cui introduzione nel nostro ordinamento giuridico è diventata nel nostro Paese - dopo il caso Englaro - questione all'attenzione dell'opinione pubblica più vasta.

Promossa la politica energetica del centrosinistra

«Finalmente una notizia buona in mezzo a tante cattive per il nostro sistema industriale» commenta Francesco Sanna, che aveva sostenuto con forza, da consigliere regionale, le norme della legge finanziaria proposta dalla Giunta Soru che hanno dato origine agli accordi.

Regolamentazione, rispetto della libert? e volont? della persona sui trattamenti sanitari, no all'eutanasia

Le dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) sono le disposizioni che una persona in grado di intendere e volere redige al fine di indicare ai propri familiari e al personale medico e sanitario i trattamenti sanitari a cui intende o non intende sottoporsi in caso di malattia grave o terminale, qualora non sia più in grado di intendere o volere o anche si trovi in stato neurovegetativo persistente.

Auguri a Dario Franceschini per un impegno fuori dall'ordinario. Chapeau ad Arturo Parisi che ha voluto sottolineare il suo dissenso politico con una candidatura di contrasto. E complimenti alla Assemblea Nazionale per il dibattito serrato e la decisione rapida con cui ha deciso di fare il congresso, ma nel frattempo di darsi una guida. Con una certa apprensione attenderò, nelle prossime ore, che dalla Sardegna, oltre lo tsunami che ha portato Veltroni alle dimissioni, non si risvegli un ben conosciuto spiritello tafazziano. Ricorderete che questa forza oscura ma leggera, la scorsa estate, aveva impegnato il PD sardo a litigare per un paio di mesi davanti al Tribunale sulla elezione di un segretario in sostituzione di uno dimissionario. Esattamente come è avvenuto a Roma con Dario ( ma in Sardegna senza concorrenti), anche allora votarono meno del 50 % dei componenti l'Assemblea. Il Tribunale diede ragione alla Assemblea, ma il danno di immagine ha pesato sul PD sardo.

Se lo spiritello rimane sopito, per le elezioni europee il PD italiano avrà almeno questo vantaggio rispetto al PD sardo, che non essendosi fatto mancare nulla per arrivare malconcio alle elezioni, almeno serve da monito al continente.

Nei Cdm di venerd? 20 e 27 febbraio non ? stato presentato il disegno di legge promesso

Il  Consiglio dei ministri di oggi non ha approvato nessun disegno di legge istitutivo della circoscrizione Sardegna per le imminenti elezioni europee. La delusione è profonda, perché ogni giorno di ritardo rende più difficile una approvazione della legge in tempi utili. Il governo non ha dunque assolto ad un impegno che aveva preso in aula al Senato, ma che era stato ampiamente confermato (ed amplificato sugli organi di informazione) in un incontro con i parlamentari Pdl e con il neoeletto presidente Cappellacci.