iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Legge Europea 2017 pronta per l'Aula alla Camera: contiene le nuove norme sull'energia necessarie alla riapertura di ALCOA
Il deputato dem ha informato costantemente sui social sull'iter del provvedimento alla Camera
Francesco Sanna (PD Camera). Pronta per l'aula di Montecitorio la Legge Europea 2017, con le nuove norme sull'energia necessarie alla riapertura di ALCOA
 
Con l'approvazione nel pomeriggio del disegno di Legge Europea 2017 da parte della Commissione Politiche dell'Unione Europea della Camera dei Deputati, si è conclusa l'istruttoria del provvedimento. 
 
"La Legge Europea è pronta per l'esame in Aula", ha dichiarato il deputato dem Francesco Sanna, che nel pomeriggio ha partecipato al voto dell'ultimo parere propedeutico alla approvazione - quello della Commissione Affari Costituzionali - e ai lavori della Commissione Politiche dell'Unione Europea, che alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Sandro Gozi ha votato il mandato di relatore alla deputata del PD Marina Berlighieri.
 
"Ho voluto seguire e documentare sui miei profili social tutti i passaggi che la legge ha dovuto effettuare per tornare al punto in cui era arrivata al Senato, se una manovra improvvida non avesse modificato il testo in parti secondarie, che vedevano il Governo disponibile a raggiungere gli stessi risultati con le norme di attuazione. 
 
Alla fine di questo poco gioioso giro di giostra in più, ci avranno fatto consumare un mese, tondo tondo. Ieri alla presentazione della Strategia Energetica Nazionale ho chiesto al Ministro Calenda, in vista della approvazione dell'Aula  di Montecitorio che spero utilizzi la prima finestra possibile nel suo programma di lavori, ormai a novembre, di accelerare con l'adozione dei decreti di attuazione delle norme - contenute appunto nella Legge Europea - sulle imprese energivore e sui risparmi in bolletta a favore degli altri consumatori elettrici. 
 
Sono, come è noto, le disposizioni necessarie alla ripresa produttiva del settore alluminio, e in particolare dello stabilimento ALCOA, in Sardegna. Il ministro si è detto impegnato a fare il prima possibile", conclude Sanna.
 
Roma, 25 ottobre 2017