iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Ok Legge europea 2017: ora il rilancio della ex Alcoa
Soddisfazione di Francesco Sanna per il risultato che favorisce il manifatturiero italiano
Francesco Sanna (PD Camera) - Approvata la Legge Europea 2017 con le norme sull'industria energivora. In Sardegna: mantenuti gli impegni per rilancio ALCOA.
 
Con 247 voti a favore su 319 votanti, la Camera dei Deputati ha approvato definitivamente la Legge Europea 2017. La legge contiene una manovra sulla politica energetica del Paese (elettricità - fonti rinnovabili - gas) e regole a favore delle produzioni energivore del Paese, fortemente volute dal Partito Democratico.
 
"Il Parlamento ed il Governo hanno mantenuto l'impegno di costruire una cornice di regole del mercato dell'energia che rendano ancora possibile e competitiva l'industria manifatturiera del Paese. Queste regole sono state elaborate a partire dalla crisi del settore alluminio, e sono una valida base per il rilancio dell'ALCOA ed il consolidamento della metallurgia dei non ferrosi.
 
Ora ci aspettiamo una rapida adozione dei decreti attuativi da parte del ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, che ha avuto un ruolo importante nell'appoggio alla iniziativa parlamentare che prima dell'estate ha introdotto il capitolo energia nel disegno di Legge Europea.
 
Due considerazioni politiche, una seria e una a metà. Ho apprezzato la decisione del gruppo parlamentare di MDP di sconfessare la posizione dei loro colleghi senatori e di votare a favore del provvedimento, sottolineando l'errore di aver modificato il testo a Palazzo Madama. Ho sostenuto senza acrimonia questa tesi, non infierisco e mi ritengo soddisfatto.
 
Cinquestelle ha votato contro. Coerentemente, essendo contro l'industria manifatturiera italiana e sarda in particolare. Tuttavia se sei contro un sistema produttivo, hai il dovere di offrire modelli di sostentamento e di sviluppo alternativi.
 
Per adesso questa seconda parte del ragionamento è stata elaborata dall'onorevole Di Battista, in visita elettorale nel Sulcis, il quale trovava nella missione di "insegnare ai tedeschi a fare il formaggio" il futuro di quella terra. Nella Legge Europea ci sono anche le norme a favore della etichettatura trasparente dei prodotti caseari, ma questo non è bastato ai deputati grillini per votare a favore della legge".
 
Così Francesco Sanna, deputato del Partito Democratico.
 
Roma, 8 novembre 2017